17 giugno 2021 ore: 17:21
Giustizia

Egitto, "Free Ramy": al via la settimana internazionale di solidarietà

"Il 7 giugno in Egitto c'è stata l'ultima udienza per la custodia cautelare per Ramy Shaath prima della scadenza di due anni, il termine massimo consentito dalla legge in Egitto per il carcere preventivo...
Foto da www.freeramyshaath.com Free Ramy Shaath - Egitto

ROMA - "Il 7 giugno in Egitto c'è stata l'ultima udienza per la custodia cautelare per Ramy Shaath prima della scadenza di due anni, il termine massimo consentito dalla legge in Egitto per il carcere preventivo. Come già accaduto nelle 23 udienze precedenti, il giudice ha rinnovato la sua detenzione. Ramy ha quindi trascorso più di 700 giorni in carcere, 700 giorni rubati che non potrà recuperare". Comincia così la nota della campagna "Free Ramy Shaath", attivista egiziano-francese in carcere dal 2020 con l'accusa di terrorismo, con cui viene annunciata una settimana di solidarietà internazionale, da oggi al 23 giugno, per richiamare l'attenzione su "migliaia di prigionieri politici in Egitto".

Sette giorni che, riferiscono gli organizzatori, "saranno caratterizzati da eventi e attività sia virtuali che in presenza per aumentare la consapevolezza sul caso di Ramy e sulla difficile situazione di decine di migliaia di prigionieri politici in Egitto". Sarà inoltre, continuano i promotori, "l'occasione per promuovere la nostra petizione, portata avanti da Amnesty International, per raggiungere le 100mila firme per il rilascio di Ramy. Il 23 giugno, cinquantesimo compleanno di Ramy, consegneremo queste petizioni alle ambasciate egiziane in diverse capitali, tra cui quella a Washington, Bruxelles e Parigi".

Attraverso il portale della campagna www.freeramyshaath.com è possibile conoscere gli aggiornamenti a tutti gli eventi. Hanno già aderito le seguenti associazioni: Acat France, Amnesty International, Cairo Institute for Human Rights Studies (Cihrs), Codepink, Egyptian Initiative for Personal Rights (Eipr), The Freedom Initiative, International Federation for Human Rights (Fidh), International Service for Human Rights (Ishr), Jewish Voice for Peace, Project on Middle East Democracy (Pomed), Us Committee to End Political Repression in Egypt. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news