5 marzo 2018 ore: 14:20
Società

Elezioni, Acli Milano: "Esce sconfitta un'idea di società più uguale e aperta"

L'analisi del presidente Petracca: "La sconfitta non è tanto dovuta a un problema di comunicazione, ma nasce da un'incapacità di ascoltare le persone, di rendersi conto che c'è una parte del paese che sta male". "Sul Movimento 5 stelle prima o poi bisognerà dare un'apertura di credito, sulla Lega di Salvini invece no"
Voto - Scheda

MILANO - "Sono due i grandi temi: le disuguaglianze e l'immigrazione. Sul Movimento 5 stelle prima o poi bisognerà dare un'apertura di credito, sulla Lega di Salvini invece no": Paolo Petracca, presidente delle Acli di Milano, non è affatto contento del risultato delle urne. "Dobbiamo accettarlo e prendere atto che siamo nella terza repubblica, visto che oltre la metà degli italiani ha votato per i cinque stelle o per la lega salviniana". Una terza repubblica che, almeno per ora, si basa su una visione di società molto diversa da quella delle Acli. "Esce sconfitta un'idea di società più eguale e più aperta, anche se rimango convinto che sia l'unica che ci permetta di vivere meglio oggi e domani". 

Le Acli di Milano organizzano nei circoli incontri di formazione politica, tavole rotonde sui temi d'attualità, promuovono studi e progetti. Il capolista della Lista Gori alle elezioni regionali è Giambattista Armelloni, ex presidente delle Acli della Lombardia. "Cercheremo di fare con più intensità quel che già facciamo, cercheremo di ascoltare ancora di più. Noi da anni siamo impegnati in un'azione di contenimento dei populismi e delle politiche di chiusura". Per Paolo Petracca, inoltre, "in questi anni le politiche del centro sinistra non sono riuscite ad intercettare il malessere di molto italiani, in particolare del ceto medio". La sconfitta "non è tanto dovuta a un problema di comunicazione, ma nasce da un'incapacità di ascoltare le persone, di rendersi conto che c'è una parte del Paese che sta male". (dp)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news