21 maggio 2016 ore: 17:10
Non profit

Emergenza freddo, il bilancio: 30 mila persone in difficoltà aiutate nelle stazioni

I numeri dei progetti realizzati dal gruppo Fs italiane: oltre 88 mila pasti e bevande offerte, 14 mila coperte distribuite, quasi mille gli operatori impegnati negli help center grazie alla collaborazione delle associazioni di volontariato
Onds help center Firenze

Help Center di Firenze

BOX ROMA - Oltre 88 mila pasti e bevande offerte, 14 mila coperte distribuite, quasi mille gli operatori impegnati. Sono i numeri più significativi dei progetti realizzati dal Gruppo FS Italiane per l'emergenza freddo (15 dicembre/31 marzo) assieme al grande associazionismo e agli Help Center, gli sportelli di ascolto, situati all'interno o nelle zone limitrofe delle stazioni, a sostegno delle persone disagiate che nei mesi più freddi si sono rifugiate nelle aree ferroviarie. Grazie alla collaborazione con alcune grandi associazioni di volontariato italiane, come Centro Astalli, Caritas Ambrosiana, Caritas Romana, Comunità di Sant'Egidio e Fondazione Progetto Arca, sono state contattate e aiutate circa 30 mila persone in forte difficoltà per via delle difficili condizioni climatiche. Gli interventi hanno riguardato le stazioni ferroviarie di Roma Termini, Tiburtina, Ostiense, Tuscolana e Trastevere. Milano Centrale, Porta Garibaldi, Lambrate e Greco. Genova, Torino, Novara, Trieste, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina e Catania. La responsabilità sociale d'impresa del Gruppo FS Italiane si concretizza in numerose iniziative di solidarietà in tutto il Paese: dall''accoglienza, alla raccolta fondi per iniziative di solidarieta''. Dalla concessione in comodato d'uso delle stazioni non più presenziate (perché gestite a distanza da avanzati sistemi tecnologici), fino alla sinergia con le altre Ferrovie europee per il reinserimento sociale delle persone in difficolta''. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news