2 gennaio 2015 ore: 14:56
Economia

Emergenza freddo, Palermo pensa a un secondo dormitorio per i senzatetto

Ipotesi allo studio del comune e appoggiata dai volontari che in queste notti stanno fornendo assistenza straordinaria. Affiancherebbe quello che ospita già 40 persone
Emergenza freddo, senza dimora su panchina con neve

PALERMO - A Palermo sono stati potenziati i servizi di assistenza in strada ai senzatetto. Lo ha deciso l'assessorato per la Cittadinanza sociale per far fronte all'emergenza freddo. In raccordo con la Centrale operativa della polizia municipale e con la collaborazione dei salesiani di Santa Chiara, è stato inoltre coordinato l'intervento degli operatori, sia comunali sia del privato sociale, presenti in città per le situazioni di maggiore difficoltà. Nel corso della notte fra il 30 e il 31 dicembre, a fronte di circa venti segnalazioni, solo tre persone hanno accettato di usufruire del dormitorio comunale di piazzetta della Pace che accoglie già 40 persone; nella notte di San Silvestro invece, dopo la nevicata che nel pomeriggio aveva imbiancato la città, sono state circa 20 le persone che hanno accettato l'assistenza al dormitorio comunale o presso l'oratorio di Santa Chiara.

Intanto, secondo le realtà impegnate a sostegno dei senza dimora, il comune sembra si stia muovendo per valutare l'ipotesi di aprire un secondo dormitorio, ubicato nel primo piano del palazzo dove a piano terra si trova già il dormitorio pubblico.

"Abbiamo dato in queste sere di freddo straordinario la nostra disponibilità per l'accoglienza dei senza dimora - dice don Enzo Volpe, direttore di Santa Chiara -. Si è trattato di un'accoglienza in emergenza che abbiamo potuto garantire solo per questi due giorni perchè non abbiamo le condizioni strutturali per potere garantire una continuità al servizio".

"La notte del 31 ci sono arrivate al dormitorio parecchie persone con problemi di alcol - sottolinea Marina Scardavi presidente di Danza delle Ombre, uno degli enti accreditati che gestisce il dormitorio comunale che, in emergenza può coprire fino a 50 persone -. Alcuni sono rimasti in strada, rifugiandosi dentro i vagoni abbandonati. Il vero problema, però, è quello di muoversi per aprire un secondo dormitorio. Per quanto ci riguarda, finora è stato tutto a carico nostro che vantiamo da parte del comune un ritardo di pagamenti di 13 mesi".

Secondo le associazioni sono ancora molti, più di 25 ma il numero varia in relazione anche al transito dei migranti di passaggio e potrebbe arrivare anche a 50, coloro che vivono in strada. "Riuscire a dare ospitalità in emergenza per le sere più fredde - afferma l'assistente sociale missionaria Anna Alonzo - non ha senso quando, invece, occorrerebbe attivarsi per l'apertura di un secondo dormitorio".

"Anche in queste notti di freddo, continuiamo a garantire, per due giorni alla settimana, il servizio di assistenza notturna a chi vive in strada - aggiunge Pino Li Vigni di Angeli della Notte -. Naturalmente si tratta di volontariato che, in teoria dovrebbe supportare i servizi pubblici e non sostituirli. Ci auguriamo, quindi, che veramente si possa aprire un secondo dormitorio per i più bisognosi gestito da operatori specializzati, adeguatamente remunerati per svolgere in maniera continuativa questo servizio".

"E' doveroso - affermano l'assessore Agnese Ciulla e il sindaco Leoluca Orlando - ringraziare tutti i dipendenti comunali dei servizi sociali e della Polizia Municipale, così come i tanti volontari delle associazioni di volontariato, che nella notte di San Silvestro hanno garantito, anche oltre i propri ruoli istituzionali e con grande spirito di collaborazione e solidarietà, un servizio essenziale di assistenza che ha permesso di superare una situazione certamente grave ed eccezionale".

Il numero di emergenza messo a disposizione dal comune - 091 6954203 - resta ancora attivo per tutti i cittadini che volessero segnalare eventuali situazioni di necessità di assistenza. (set) 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news