2 gennaio 2019 ore: 14:50
Economia

Emergenza freddo, rafforzati i servizi per i senza dimora

Repentino abbassamento delle temperature. A Palermo il comune sta rafforzando i servizi già attivi di ospitalità notturne. Appello della Caritas di Roma per la raccolta di coperte. Stazioni aperte di notte a Napoli, mentre a Bologna volontari pronti a scendere in strada
Senza dimora, piano antifreddo

ROMa - Considerato il repentino abbassamento delle temperature e alla vigilia di una nuova ondata di gelo associazioni e comuni rafforzano le proprie attività di sostegno a chi vive in strada e in situazioni di disagio.

A Bologna secondo Arpae, a partire dal 3 gennaio, si registranno in pianura temperature minime a -3 e massime intorno ai 6 gradi. E i volontari che ogni giorno escono per portare assistenza a chi è in strada sono pronti. “L'allerta meteo del Comune arriva in caso di neve o temperature che scendono a -5 e in quel caso cambia l'assetto con cui usciamo - racconta Francesca Spinato del Servizio mobile di Piazza Grande – : tutte le unità di strada, noi, quella per le dipendenze e quella per Rom, Sinti e Caminanti, escono insieme, dividendosi le fasce orarie tra le 5 del mattino e le 3 di notte del giorno dopo”. In caso di allerta della Protezione civile per neve o freddo intenso, è garantita anche l'accoglienza nelle ore diurne nelle stesse strutture. Un riparo diurno ad accesso libero (dalle 10 alle 18) è possibile presso il Laboratorio di comunità E-20 (via Sarti 20 dal lunedì al venerdì) e presso il Laboratorio di comunità BelleTrame (via don Paolo Serra Zanetti 2 sabato, domenica e festivi).

A Palermo, l'assessorato alla Cittadinanza sociale, di concerto con le associazioni che operano sul territorio, ricorda che "e' attivo il Piano Operativo Emergenza Freddo". Per contrastare l'ondata di gelo di queste ore, il Comune di Palermo sta rafforzando i servizi gia' attivi di ospitalita' notturne per tutti coloro senza fissa dimora che decideranno di chiedere accoglienza e il relativo trasporto dalla strada ai posti al chiuso, in collaborazione con gli enti del terzo settore che gestiscono i servizi di emergenza sociale per conto dell'amministrazione (dormitorio, assistenza notturna e diurna su strada, ricoveri di urgenza, mensa) e gli enti di volontariato che si occupano dei senza dimora. Gli enti e i volontari accreditati con il Comune sono: Angeli della Notte, Sant'Egidio, Triscele, Le Ali, Frate Allegra, Rotary, City Angels, Cristo nei poveri, Croce Rossa Italiana, Cammino d'amore, S. Elisabetta, Missione Speranza e Anirbas. I volontari, inoltre, avranno cura di fornire le coperte messe a disposizione dalla protezione civile a tutti coloro che non volessero usufruire del servizio dormitorio. Da Palazzo delle Aquile si ricorda poi che "per contattare la centrale operativa della Polizia municipale relativamente alle segnalazioni per l'emergenza freddo in citta' il numero telefonico attivo e' il seguente: 091.6733432". I cittadini potranno effettuare le segnalazioni a partire dalle 19,30 e, per consentire un'adeguata presa in carico, possibilmente entro le 22,00. La polizia municipale attivera' i servizi diretti dell'amministrazione o valutera' la necessita' di altri interventi. 

A Roma appello della Caritas per le coperte.  anche nella Capitale si susseguono le iniziative rivolte ai senzatetto. Il Piano Freddo della Caritas di Roma lancia un appello a cittadini e comunità parrocchiali, invitandoli a donare coperte e sacchi a pelo che i volontari poi distribuiranno nel corso del Servizio Notturno Itinerante. Il materiale (non si accetta vestiario), può essere consegnato tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 20, nei seguenti centri:  Ostello “Don Luigi Di Liegro”, via Marsala 109, Casa “Santa Giacinta”, presso la Cittadella della Carità in via Casilina vecchia 19 e la Mensa “Gabriele Castiglion” a Ostia, Lungomare Toscanelli 176.

A Napoli stazioni aperte di notte per senzatetto. Per l'ondata di freddo prevista in città, il Comune di Napoli ha deciso di prorogare l'apertura notturna delle stazioni Museo e Municipio della metropolitana linea 1 dell'Anm. L'obiettivo è ospitare le persone senza fissa dimora all'interno delle stazioni. "Un gesto di cura e di attenzione - commenta l'assessore ai Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale, Laura Marmorale - per cercare di offrire un riparo, seppur di fortuna, alle persone che ne hanno bisogno per proteggersi dal freddo della notte". A partire da questa sera verrà intensificata anche la distribuzioni di coperte e bevande calde. Verranno inoltre potenziati di circa 40 i posti in accoglienza per senzatetto nel dormitorio comunale. (RS-DIRE)

© Copyright Redattore Sociale