4 agosto 2023 ore: 15:42
Società

Etiopia, combattimenti nell'Amhara: scatta lo stato d'emergenza

Nella regione l'esercito si sta scontrando con il gruppo Fano, una milizia armata locale. "Le leggi non bastano" ha detto il presidente Abiy Ahmed. Non è chiaro se lo Stato d'emergenza riguarderà solo l'Amhara o tutto il Paese

"E' difficile controllare questi inaccettabili movimenti con le leggi a disposizione": così il governo federale dell'Etiopia ha proclamato lo Stato d'emergenza, dopo che negli ultimi giorni sono aumentate le violenze nella regione nord-occidentale di Amhara. Qui l'esercito è chiamato a combattere il gruppo Fano, una milizia armata locale, che ad aprile ha iniziato ad attaccare obiettivi militari strategici dopo che il governo ha annunciato la volontà di smantellarla.

Il Fano ha combattuto al fianco dell'esercito nel conflitto con il Fronte popolare del popolo tigrino (Tplf), l'omonima milizia armata affiliata al partito politico nella vicina regione di Tigray. Poi l'accordo di pace, che ha previsto il disarmo dei gruppi armati paramilitari.

Nella nota, il presidente Abiy Ahmed Ali non ha però chiarito se lo Stato d'emergenza riguarderà solo l'Amhara o tutto il Paese.

Ieri, a causa dell'escalation di attacchi, l'Ethiopian Airlines ha annunciato la sospensione dei voli da e per l'Amhara. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news