30 marzo 2016 ore: 17:08
Disabilità

Disabilità. Lorenzin: nei nuovi Lea 50 milioni per la diagnosi precoce sull'autismo

"La disabilita', la non autosufficienza, le patologie croniche sono da sempre all'attenzione mia e del governo, come testimoniato anche dall'inserimento nella Legge di stabilita' di misure di rilievo dedicate proprio all'assistenza a disabili...
Paolo Tre/A3/Contrasto Beatrice Lorenzin 2015

Foto: Paolo Tre/A3/Contrasto

Roma - "La disabilita', la non autosufficienza, le patologie croniche sono da sempre all'attenzione mia e del governo, come testimoniato anche dall'inserimento nella Legge di stabilita' di misure di rilievo dedicate proprio all'assistenza a disabili e malati cronici. Basti pensare ai 90 milioni stanziati per il finanziamento del progetto 'Dopo di noi' per il sostegno delle persone con disabilita' grave prive di legami familiari, si aggiungono 70 milioni destinati all'assistenza per l'autonomia degli alunni con disabilita' fisiche o sensoriali, e 5 milioni per alcune misure finalizzate a rendere effettivamente indipendente la vita delle persone con disabilita' grave. Abbiamo inoltre confermato a 400 milioni di euro il fondo per le non autosufficienze". Cosi' il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione della Giornata nazionale della Disabilita' Intellettiva che si e' svolta oggi al Quirinale.

"Ma non basta- ha proseguito- nel Patto della salute sono centrali il potenziamento dell'assistenza territoriale e la domiciliarizzazione delle cure come fattori fondamentali per fornire risposte ai bisogni di assistenza di questi pazienti. Sempre in quest'ottica, abbiamo attivato all'Istituto superiore di sanita' un network nazionale per la diagnosi precoce e gestione dei disturbi dello spettro autistico con 2 milioni di euro di finanziamento, mentre nell'aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza abbiamo previsto all'interno del capitolo relativo all'assistenza sociosanitaria un nuovo stanziamento di 50 milioni di euro per l'attuazione della Legge 134 del 2015 sull'autismo per l'attivita' di individuazione precoce e proattiva del disturbo e per specifici interventi di abilitazione e riabilitazione- ha concluso Lorenzin- a vari livelli di intensita' sia individuale sia di gruppo".

(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale