30 gennaio 2019 ore: 12:37
Società

Marche, la regione si fa mettere "sotto esame" dagli universitari

Promuovere un'indagine annuale sull'efficacia delle politiche regionali grazie all'attivazione di borse di studio per neolaureati e tirocini formativi al Consiglio regionale e tramite apposite convenzioni con le Universita'. E' la proposta di legge ...

ANCONA - Promuovere un'indagine annuale sull'efficacia delle politiche regionali grazie all'attivazione di borse di studio per neolaureati e tirocini formativi al Consiglio regionale e tramite apposite convenzioni con le Universita'. E' la proposta di legge presentata dai consiglieri regionali che fanno parte del Comitato per il controllo delle politiche della Regione Marche: l'obiettivo e' quello di promuovere una cultura diffusa della valutazione dell'efficacia della legislazione regionale.

"Una proposta di legge- spiega il presidente del Comitato Gianluca Busilacchi (Art.1-Misto)- utile in primo luogo alla stessa Assemblea legislativa che ha la necessita' di ottenere dati e informazioni per capire se e in quale misura le norme varate hanno ottenuto i risultati sperati e quali siano gli eventuali correttivi e margini di miglioramento. Un provvedimento al passo con i tempi e sempre piu' rispondente all'esigenza di migliorare la qualita' delle leggi in funzione delle esigenze dei cittadini. Con questa legge si marca il valore forte della cultura e della conoscenza, confermando il ruolo guida delle Universita' e dei giovani laureati". Sara' l'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale a stabilire, di anno in anno, in base alle risorse disponibili, il numero e l'ammontare delle borse di studio. "Questa legge rappresenta uno strumento necessario per rendere la politica e le politiche sempre piu' vicine alle reali esigenze dei cittadini- spiega il vicepresidente del Comitato Sandro Zaffiri (Lega)- perche' troppe sono le norme rimaste inattuate, in questa come in altre regioni". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale