21 dicembre 2018 ore: 15:33
Disabilità

La Lega del Filo d’Oro festeggia il Natale nel nuovo centro nazionale di Osimo

La Lega del Filo d’Oro ha festeggiato il Natale insieme ai suoi ospiti, ai familiari e al personale dell’associazione con la messa in scena dello spettacolo teatrale “Natale in alto mare”, conclusione di un percorso laboratoriale. Per il primo anno il tradizionale incontro si è tenuto nel nuovo Centro Nazionale di Osimo

OSIMO (AN) - La Lega del Filo d’Oro ha festeggiato il Natale insieme con i suoi ospiti, i familiari e il personale dell’Associazione nel nuovo Centro Nazionale di Osimo. Per l’occasione, gli ospiti della Lega del Filo d’Oro hanno messo in scena lo spettacolo teatrale dal titolo “Natale in alto mare”, conclusione di un percorso laboratoriale che vede coinvolti gli utenti nell’arco dell’intero anno. Un’attività, quella della recitazione, che porta le persone sordocieche e pluriminorate ad apprendere gradualmente a mettersi in gioco, ognuno con le proprie capacità e peculiarità. Si tratta del primo Natale che l’associazione trascorre nella struttura che, una volta completata, permetterà di migliorare ulteriormente la qualità dei servizi per la riabilitazione delle persone sordocieche. Con il nuovo Centro verranno incrementati i posti letto (da 56 a 80) per i ricoveri a tempo pieno, di cui 8 per la diagnosi e quelli per la degenza diurna (fino a 20).

“Siamo contenti di poter festeggiare anche questo appuntamento nel nuovo Centro Nazionale – ha dichiarato Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro – La festa di Natale rappresenta ogni anno un momento speciale, un’occasione di convivialità che vede riuniti intorno ai nostri ospiti, in un unico abbraccio, familiari, personale e volontari. A tutti loro auguriamo un felice Natale da passare insieme alle persone più care”.

La Lega del Filo d’Oro è oggi presente in otto regioni con 5 Centri Residenziali, con annessi Servizi Territoriali, (a Osimo, Lesmo, Modena, Molfetta e Termini Imerese) e 3 sedi territoriali (Roma, Napoli e Padova).

© Copyright Redattore Sociale