4 gennaio 2017 ore: 12:10
Disabilità

Giornata alfabeto Braille, "gap culturale e normativo impedisce integrazione"

De Poli (Udc): sia un'occasione per rimarcare che c'e' un gap, prima di tutto, culturale ma anche normativo, che oggi impedisce la piena integrazione sociale e culturale dei non vedenti
Cieco, non vedente legge in braille

Roma - "Oggi si celebra la Giornata internazionale dedicata all'alfabeto Braille: sia un'occasione per rimarcare che c'e' un gap, prima di tutto, culturale ma anche normativo, che oggi impedisce la piena integrazione sociale e culturale dei non vedenti. Una societa' civile e aperta che si definisca tale non puo' non superare qualsiasi barriera". Cosi' il vicesegretario vicario Udc, Antonio De Poli, in occasione della Giornata internazionale dedicata all'alfabeto Braille. "Non esistono persone di serie B: garantire l'accesso alla cultura attraverso l'alfabeto Braille e'' una battaglia di civilta', cosi' come lo e' assicurare, cosi' come previsto dalla legislazione vigente, il diritto per un non vedente di essere accompagnato da un cane guida. Le resistenze culturali vanno superate", conclude De Poli. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale