26 settembre 2020 ore: 12:10
Non profit

Festa del volontariato a Padova, "vicini senza esserlo fisicamente" ​

Domenica 27 settembre, in Prato della Valle, 200 stand informativi delle associazioni e cooperative. Edizione pensata "per riprendere spazi che ci sono mancati e che hanno bisogno della presenza positiva di volontarie e volontari"
festa volontariato padova

PADOVA - "Si può essere vicini, senza esserlo fisicamente". E' il senso della Festa provinciale del volontariato e della solidarietà , che si svolge domenica 27 settembre 2020 in Prato della Valle a PadovaUna festa "particolare", quella della diciassettesima edizione, "pensata per evitare gli assembramenti ma per offrire l'occasione di rivedersi, riprendere spazi che ci sono mancati e che hanno bisogno della presenza positiva di volontarie e volontari", spiegano i promotori. Anche in questa edizione la Festa sarà suddivisa in sette aree: volontariato e promozione sociale, sport, ambiente, pace, salute, gioco e Festa dei popoli.

"Il doveroso ringraziamento ai volontari e ai sanitari che si sono particolarmente impegnati nell'emergenza Covid19 sarà affidato ad una staffetta di solidarietà proposta da Avis del piovese e Rainrunner in collaborazione con Avis provinciale, CSV e Comune. - sottolineano - Un gruppo di podisti partirà da Voltabarozzo per effettuare un tragitto simbolico con sosta davanti all'Ospedale e davanti al Municipio di Padova e terminare in Prato della Valle. Le fiaccole portate da ciascun podista si 'accenderanno' nel braciere in Prato come simbolo di speranza e rinascita".

Dentro la Festa Provinciale del Volontariato e in occasione di Puliamo Il Mondo, torna la Festa del Recupero e dell’Energia Pulita, finalizzata a promuovere il riuso degli oggetti, riciclaggio, energie rinnovabili e stili di vita sostenibili. Per tutto il giorno Legambiente e numerose altre realtà del volontariato ambientale saranno in Prato della Valle, per promuovere le proprie attività e iniziative. Dall'isola Memmia nel pomeriggio partirà un flash mob proposto dall'associazione Ottavo Giorno: alcune poche “istruzioni” e poi, distanziati e con mascherina, pronti per una semplice ma coinvolgente coreografia.

Le attività sportive saranno proposte in sicurezza dal CSI – Centro Sportivo Italiano e da alcune associazioni aderenti al tavolo sport e salute di Padova capitale europea del volontariato. Non mancherà l’ormai più che tradizionale Festival delle Bande musicali & majorettes che farà sfilare i gruppi al mattino e al pomeriggio e che proporrà in diretta Facebook, nella pagina AMBACPadova, i concerti di Teolo, Abano, Carceri e Monselice. Mentre  lo stand gastronomico proposto dalla Festa dei popoli sarà sostituito da un take away che permetterà ugualmente di scoprire gusti e sapori di altre culture.

Il cuore pulsante della festa rimangono i 200 stand informativi delle associazioni e cooperative di Padova e provincia e dalle 10 al tramonto la cittadinanza è invitata, “apertamente”, nella piazza simbolo della nostra città. La festa è organizzata da CSV Padova insieme a Comune, Legambiente, associazione Festa dei Popoli, AMBAC, CSI, Acli, Arci, Cuamm.

© Copyright Redattore Sociale

in calendario