8 novembre 2019 ore: 10:52
Economia

Festival dell’economia civile, 5 giorni di incontri a Campi Bisenzio

Tra gli ospiti, il padre dell’economia civile Stefano Zamagni, il vicedirettore della Caritas Italiana Paolo Beccegato, il segretario generale della Fondazione Symbola Fabio Renzi

FIRENZE- Prenderà il via martedì 12 novembre a Campi Bisenzio la 4° edizione del Festival dell'Economia Civile, appuntamento ormai di riferimento a livello nazionale, che durerà fino a sabato 16 novembre. Laboratori nelle scuole, formazione, riflessioni, buone pratiche e buone azioni, presentazioni di libri, spettacoli, approfondimenti: una 5 giorni ricca di eventi aperta a cittadini e associazioni per fare il punto e rilanciare l’impegno dei Distretti dell’economia civile italiani.Come sempre saranno cittadini e amministratori di tutta Italia i protagonisti dell’edizione, organizzata dal Comune di Campi Bisenzio insieme a Legambiente, Regione Toscana, ANCI Toscana, LegaCoop Toscana e Fondazione NOI-LegaCoop Toscana.

 

Tra gli ospiti, il padre dell’economia civile Stefano Zamagni, il vicedirettore della Caritas Italiana Paolo Beccegato, il segretario generale della Fondazione  Symbola Fabio Renzi, tantissimi Sindaci e Amministratori, rappresentanti delle imprese, del mondo delle associazioni e di tante buone pratiche di innovazione sociale da tutta Italia.Ci saranno momenti di scambio di buone pratiche, il primo Forum nazionale dei Distretti dell'Economia Civile nati in questi anni in Italia, momenti di formazione organizzati da Sociolab su come diventare attivatori di comunità, da ANCI Toscana sul Green Public Procurement e il Servizio Civile, da Cesvot sul volontariato per la gestione dei Beni Culturali.

 

Spazio anche al mondo della produzione e del lavoro, con l’assemblea delle cooperative dell’Area Vasta Toscana Centrale aderenti a LegaCoop Toscana, ad un incontro sulle imprese civili con Massimo Mercati di Aboca, Fabio Renzi,  della Fondazione Symbola, il Sindaco di Prato Matteo Biffoni e l'Assessore regionale Vittorio Bugli.Sabato 16, alla vigilia delle Giornata mondiale del povero, ci sarà anche la presentazione nazionale del flash report di Caritas sulla povertà, con un capitolo realizzato in collaborazione con Legambiente sulle correlazioni tra "Povertà e crisi ecologica", alla presenza, tra gli altri, del vicedirettore della Caritas Italiana, Paolo Beccegato.

 

Durante il festival Campi sarà inoltre luogo di racconto e disseminazione del progetto ECCO, promosso da Legambiente e finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il cui obiettivo è di promuovere e sviluppare l’economia circolare tramite un approccio integrato in grado di generare benefici ambientali, economici e sociali, sia su scala nazionale sia a livello locale, a partire da 13 territori italiani, tra cui Campi. Venerdì 15 è previsto il kickoff del progetto, alla presenza di un rappresentante del ministero del Lavoro e numerose altre personalità coinvolte nel percorso.

 

“Campi - dice il Sindaco Emiliano Fossi - ha scelto anni fa di diventare il primo Distretto dell’economia civile italiano ed oggi, grazie al lavoro fatto, soprattutto con Legambiente e la Regione Toscana, siamo diventati un centro propulsore di questo lavoro a livello nazionale. Ne siamo orgogliosi!” poi aggiunge “questa discussione su un nuovo modello di sviluppo possibile è appassionante e sfidante, da noi annualmente si tiene il festival, ma 365 giorni l’anno lavoriamo in questa ottica per provare a fare di un territorio particolare come il nostro - come ha dimostrato l’analisi dell’Unifi sulla città che sarà presentata in apertura - un luogo dove si sperimentino e facciano vivere idee all'altezza delle sfide della contemporaneità. Per questo sono particolarmente contento di ospitare ECCO, e di essere stati selezionati assieme a 13 altri comuni in Italia dal Ministero del Lavoro per il progetto con Legambiente: Campi è laboratorio di innovazione davvero e questo ci riempie di orgoglio”.


© Copyright Redattore Sociale