11 giugno 2021 ore: 11:44
Welfare

Firenze, i giovani con dipendenza imparano a diventare pellettieri

Villa Lorenzi e Mita Academy insieme per progetti di solidarietà e di inclusione sociale. I ragazzi ospitati nella struttura semiresidenziale seguono un percorso di recupero attraverso il lavoro
I giovani con dipendenza imparano a diventare pellettieri

FIRENZE - I ragazzi dipendenti da sostanze che seguono percorsi di recupero a Villa Lorenzi (Firenze) imparano a diventare pellettieri. Villa Lorenzi e MITA Academy insieme per progetti di solidarietà e di inclusione sociale. Nell’autunno scorso, MITA Academy, Istituto Tecnico pubblico, ha accolto con piacere la proposta di realizzare un corso di formazione guidato da un maestro pellettiere e dedicato ai ragazzi inseriti in uno dei progetti di Villa Lorenzi, che svolge servizi educativi per la prevenzione e riabilitazione del disagio giovanile e delle dipendenze. L’obiettivo infatti era avvicinare gli studenti a un antico e prestigioso mestiere artigiano come il pellettiere, attraverso un laboratorio che ha previsto dieci lezioni divise in dieci settimane, alla fine delle quali ogni partecipante ha ottenuto il suo attestato di frequenza.

Durante il corso sono stati realizzati oggetti di pelletteria con il marchio nato dalla collaborazione tra MITA Academy e Villa Lorenzi, che sono rimasti a disposizione dell’associazione. MITA è il primo Istituto Tecnico Superiore (ITS) altamente professionalizzante nell’ambito delle professioni tecniche per la moda, nata per dare ai giovani diplomati opportunità di lavoro altamente qualificato nel settore made in Italy. “Made in Villa Lorenzi & MITA è un progetto straordinario - spiega la dott.ssa Antonella Vitiello - perché coniuga una realtà bellissima come Villa Lorenzi con una scuola che forma eccellenze nella moda. Siamo diventati compagni di squadra per un fine bellissimo, per aiutare dei ragazzi in difficoltà che anche attraverso gli insegnamenti del nostro esperto pellettiere Antonio Amato, potranno trovare spunti per costruire il loro futuro”.

“Villa Lorenzi è nata nell’88 – dice Zaira Conti, presidente e fondatrice del Progetto Villa Lorenzi – da allora non ho mai trovato un ragazzo malintenzionato, ma semmai bisognoso di attenzioni. Ecco, aiutarli a trovare un loro equilibrio personale, è la sfida che io ho fatto in questi anni”. “Sono ragazzi che arrivano qui e non sanno neppure disegnare – chiude Antonio Amato, maestro pellettiere di Mita Academy – una certa difficoltà di insegnamento quindi c’è, ma l’entusiasmo è più forte di tutto: in poco tempo è come se fossimo diventati una famiglia”.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news