13 febbraio 2015 ore: 10:47
Disabilità

Firenze, la Asl assume due centralinisti non vedenti

La soddisfazione del presidente Uic Antonio Quatraro: “Si restituisce speranza ai nostri giovani”. Poi aggiunge: “Ancora poche le aziende virtuose”. Chiesto incontro al prefetto e al sindaco di Firenze
Fumetto per ciechi

FIRENZE – L’Azienda sanitaria di Firenze assumerà due centralinisti non vedenti. “Di questi tempi è proprio una bella notizia per noi, con questo gesto la Asl 10 restituisce la speranza ai nostri giovani” ha commentato il presidente dell’Unione Italiana Ciechi Antonio Quatraro, che poi aggiunge: “Oggi purtroppo fa scalpore il fatto che un ente pubblico applichi le leggi sulla tutela del diritto al lavoro delle persone con disabilità. Sono purtroppo troppe le aziende private e gli enti pubblici che dimenticano di applicare la normativa. E questo ci amareggia non poco, perché Firenze è stata all'avanguardia in Italia sia per la formazione professionale sia per il collocamento lavorativo”.

Ecco perché, continua Quatraro, “chiederemo al sindaco di Firenze e al prefetto di riceverci per aiutarci a richiamare i datori di lavoro pubblici e privati al loro senso di responsabilità. Fra l'altro un nuovo decreto ministeriale apre nuove possibilità lavorative ai ciechi: abbiamo una quindicina di giovani già formati, che aspettano solo di essere messi alla prova”.

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news