8 aprile 2019 ore: 18:33
Immigrazione

Firenze, la denuncia di Antonella Bundu: "Mio cugino aggredito per il colore della pelle"

La candidata sindaca scrive su Facebook l'episodio accaduto al cugino: "Alcuni ragazzi alla fermata del tram hanno cominciato a urlargli contro, dandogli del negro di m... e lo hanno minacciato di morte". La solidarietà del sindaco Nardella
Antonella Bundu

FIRENZE - “Era alla fermata del tram a Firenze, quando un gruppetto di ragazzi gli ha chiesto cosa stesse guardando con aria di sfida. Hanno cominciato a urlargli contro, dandogli del negro di merda e lo hanno minacciato di morte”. E’ la denuncia di Antonella Bundu, candidata a sindaco a Firenze, relativamente alle minacce ricevute da suo cugino di colore J.

Scrive Budu su Facebook: “J ha chiamato i carabinieri che non sono venuti, ma che lo hanno richiamato successivamente per sapere se c'era ancora bisogno, dopo che i ragazzi se ne erano già andati. Un signore italiano ha preso le sue difese, dicendo ai ragazzi che erano loro delle merde e una signora lo ha calmato, dicendogli di non reagire (mio cugino è grosso, e ha fatto bene a non menarli). E infine: J adesso ha paura, perché se il branco di fascisti si sente di poter agire in pieno giorno, in pubblico così, significa che c'è qualcosa che non va e questo clima di odio va interrotto prima che sia troppo tardi.

Sull
episodio ha espresso solidarietà il sindaco Dario Nardella: Gravissimo quanto successo al cugino di Antonella Bundu. Siamo pronti a mettere a disposizione delle forze dell’ordine le immagini registrate dalle telecamere del ComuneFirenze è una città aperta, civile e plurale - ha continuato Nardella - questi gesti non appartengono alla nostra storia e alla nostra cultura”.

 

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news