19 agosto 2013 ore: 14:47
Immigrazione

Firenze, tensione all’occupazione La Querce: la proprietà chiede lo sgombero

La società Invest vuole realizzare nell’area un albergo, ma i nuovi 120 abitanti dell’ex collegio stanno cominciando a dare una dignità al luogo, disponendo letti e pulendo stanze e corridoi
Francesca Leonardi/Contrasto Immigrati, ragazze musulmane con il velo

FIRENZE – Tensione all’occupazione dell’ex collegio La Querce a Firenze, occupato abusivamente da oltre cento senzatetto romeni, polacchi, marocchini  e italiani. Sulla vicenda è intervenuta la proprietà, l’Hotel Invest Italiana, che intende realizzare nello stabile occupato, vasto circa 13 mila metri quadrati, una struttura alberghiera: “Abbiamo già provveduto a denunciare gli occupanti e pretendiamo che le istituzioni locali procedano tempestivamente allo sgombero, altrimenti le nostre rimesse ci costringeranno a licenziare molti dipendenti ed è a rischio il futuro della società”.
Dal comune di Firenze fanno sapere che ancora il piano regolatore non prevede il cambio di destinazione d’uso e ci vorranno ancora alcuni mesi prima di sapere se sarà possibile.
Nel frattempo gli occupanti presente nella sontuosa e lussuosa struttura, un vecchio collegio dove hanno studiato i figli della borghesia fiorentina e oggi in visibile stato di degrado, continuano a dimorarvi come se nulla fosse: puliscono, tengono in ordine, hanno richiesto l’allacciamento del gas (luce e acqua ci sono già), hanno disposto letti, mobili e materassi in varie stanze. Circa 40 i bambini presenti. Lorenzo Bargellini, leader del Movimento di lotta per la casa e promotore dell’occupazione, è cosciente del fatto che l’occupazione non potrà durare in eterno, ma spera “il più a lungo possibile”.

 

 

© Copyright Redattore Sociale