5 marzo 2015 ore: 15:22
Salute

Fondo globale: dall'Italia 100 milioni contro Aids, Tbc e malaria

Cantini (Affari esteri): "Firmato ieri accordo per stanziamento seconda trance della rata 2014-2016". Italia ottavo contribuente in Ue. Dalla nascita del Global Fund ridotte del 40% le morti per le pandemie. "Tassa su transazioni finanziarie, possibile futuro strumento di finanziamento"
Soldi povertà
La conferenza di oggi a Roma
Conferenza  "L'Italia e le sfide future della Salute Globale"
ROMA - "Ieri sera abbiamo firmato l'accordo per l'esborso della seconda rata di 100 milioni di euro che l'ltalia ha destinato al Fondo Globale contro l'AIds, la tubercolosi e la malaria per gli anni 2014-16": lo ha affermato Giampaolo Cantini, direttore generale della Dgcs Maeci (Direzione generale cooperazione allo sviluppo del ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale) durante la conferenza "L'Italia e le sfide future della Salute Globale" organizzata da Maeci, Friends of the Global Fund Europe, Istituto Superiore di Sanità e Fondo Globale, tenuta questa mattina a Roma. "In questo modo stiamo onorando gli impegni presi con il Fondo Globale alla conferenza di Washington del 2013" ha sottolineato Contini.
 
"A fine novembre 2014 inoltre abbiamo siglato un memorandum of understanding - ha detto il direttore generale della Dgcs Maeci - che riafferma la determinazione dell'Italia a dare sostegno in determinati paesi per la partecipazione al Global Fund". Si tratta di Afganistan, Etiopia, Burchina Faso e Sudan "dove c'è già una presenza di tecnici italiani che possono coadiuvare progetti aggiuntivi contro le pandemie". Cantini ha evidenziato l'importanza del coinvolgimento delle ong italiane come "asset del sistema da sviluppare con il global found". La riforma della cooperazione per il direttore generale della Dgcs Maeci "offre nuove opportunità perché amplia il numero di soggetti coinvolti e offre nuovi strumenti finanziari e forme di partenariato". 
 
Cantini ha parlato di un "sentiero di crescita per il finanziamento della cooperazione" che è "all'ordine del giorno del governo". In questo senso "l'idea di una tassa sulla transazione finanziaria può essere considerata nel dibattito sul tema". Il funzionario ha parlato della prossima riunione dei ministri dello sviluppo dell'Unione Europea a Bruxelles come appuntamento per discutere di questo strumento.
 
7,3 milioni di persone curate con farmaci antiretrovirali, 12,3 testate e trattate per la Tbc e 450 milioni di zanzariere speciali distribuite, sono i dati degli interventi del Fondo Globale contro l'aids, la tubercolosi e la malaria realizzati ad oggi, che hanno ridotto del 40% le morti per le tre pandemie. "L'efficacia dell'organizzazione è basata su una partnership pubblico-privato - ha affermato nel dare questi dati, il direttore esecutivo del Fondo Globale Mark Dybul - riceviamo dalla Gates Foundation 500 milioni di dollari ogni 5 anni".  
L'Europa contribuisce con due terzi dei finanziamenti del fondo. L'Italia è l'ottavo contribuente - dopo Usa, Francia, Uk, Germania, Ue e Canada - con un miliardo e 49 milioni di dollari complessivamente donati. (lj)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news