26 giugno 2013 ore: 13:54
Disabilità

Fondo non autosufficienza: il Comitato 16 novembre scrive a Baretta

A seguito della manifestazione del 12 giugno e dell’incontro con il sottosegretario, il comitato chiede che il fondo sia urgentemente ripartito e vincolato all’assistenza domiciliare
Marco Pesaresi/Contrasto Anziano in ospedale sostenuto da una parente - non autosufficienza

ROMA – “Nel ringraziarla per la sua disponibilità, ci permettiamo di ricordarle l’urgenza di portare ad attuazione gli effetti dello stanziamento del fondo per la non autosufficienza 201, il cui decreto ci risulta essere stato finalmente approvato dalla Corte dei Conti”: così il Comitato 16 novembre, attraverso il proprio blog, scrive in lettera indirizzata al sottosegretario Baretta, a seguito dell’incontro avuto il 12 giugno. Incontro che “ci ha dato la possibilità di aprire con lei e con il Ministero un dialogo costruttivo, di approfondimento e confronto”. 

Ancora, per quanto riguarda lo stesso decreto, il Comitato ribadisce “la contrarietà nostra e di tutti i malati riguardo alla sua destinazione, non vincolata all’assistenza domiciliare, e aperta invece alle Rsa e altri soggetti”. Infine, il fondo per la non autosufficienza del 2014, “con il ‘sensibile aumento’ che si è impegnato a presentare, dovrà essere destinato in modo chiaro, senza possibilità di interpretazione alcuna, agli aiuti economici direttamente ai malati, il solo modo per assicurare loro assistenza, ambiente famigliare e dignità”.

© Copyright Redattore Sociale