13 marzo 2017 ore: 16:26
Famiglia

Garante infanzia: bisogna parlare di cyberbullismo, è importante

"Parlare. Non restare in silenzio di fronte ad un problema come quello del cyberbullismo". L'auspicio, rivolto ai giovani, e' arrivato da Filomena Albano, garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza, a margine del convegno Dentro la rete...

"Parlare. Non restare in silenzio di fronte ad un problema come quello del cyberbullismo". L'auspicio, rivolto ai giovani, e' arrivato da Filomena Albano, garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza, a margine del convegno/dibattito 'Dentro la rete - La tutela dei minori in internet', promosso dall'Ufficio scolastico regionale del Molise in collaborazione con l'istituto comprensivo di Sant'Elia a Pianisi. Il convegno si e' tenuto a Campobasso presso la sala della Costituzione della Provincia.

Per la Garante "bisogna rompere la triade 'bullo, vittima di bullismo, testimone'. Il problema non e' solo della vittima del bullismo ma anche di tanti ragazzi che rimangono in silenzio. Per questo ho detto parlate e denunciate, non dovete avere paura. Non perdete l'occasione di denunciare quello che vedete".

Per la Garante quella molisana "e' una realta' bellissima", in cui ci sono "tantissime iniziative, progetti messi in campo dalle scuole". I giovani alunni e i loro professori hanno anche rivolto tante domande alla Garante, sul tema del web, dai rischi alla prevenzione. "Mi aspettavo una realta' virtuale e virtuosa, ma non me l'aspettavo fino a questo punto".

Contro bullismo e cyberbullismo bisogna "sensibilizzare", ha quindi concluso Albano, perche' molto spesso certe condotte "nascono dalla mancata consapevolezza del disvalore degli atti che si pongono in essere e anche del disvalore penale, e non solo etico. Proprio per questo bisogna parlare, parlare, parlare. Ben vengano, quindi, eventi come questo". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news