22 novembre 2023 ore: 11:41
Società

Gaza, missili sull'ospedale Al-Awda. Denuncia di ActionAid

Tre i medici uccisi. L'ospedale, ente partner dell'organizzazione umanitaria, aveva aveva dichiarato di ospitare “solo il personale medico, i pazienti e i feriti”. Appello di ActionAid: “Cessate il fuoco immediato”
@ActionAid Un'immagine di Gaza distrutta dai bombardamenti israeliani/Action Aid

ROMA - ActionAid apprende con orrore che l'ospedale Al-Awda, ente partner di ActionAid, è stato colpito da un bombardamento. Tre i medici uccisi. In una dichiarazione la direzione dell’ospedale Al-Awda ha affermato di "aderire ai principi e alle pratiche mediche e sanitarie in tempi di conflitto e guerra" e che "solo il personale medico, i pazienti e i feriti si trovavano all'interno dell'ospedale”. Il bombardamento di Al-Awda è un'altra potenziale violazione del diritto umanitario internazionale in una crisi in cui il diritto dei pazienti ad accedere a cure salvavita viene violato quotidianamente. Gli operatori sanitari, le ambulanze e gli ospedali non sono mai un obiettivo legittimo: non solo devono essere rispettati, ma anche protetti dal diritto internazionale.

Nonostante sia rimasto senza carburante più di una settimana fa, l'ospedale ha continuato a curare malati e feriti nel nord di Gaza. È l'unico ospedale rimasto nel nord di Gaza a fornire servizi di maternità e ha fatto nascere circa 20 bambini al giorno, nonostante la mancanza di forniture e attrezzature mediche sufficienti. Ahmad Muhanna, Medico e Direttore dell'ospedale di Al-Awda: “Sono qui in ospedale da settimane. Mi hanno chiamato molte volte per evacuare la struttura e i pazienti, perché vogliono colpire le case che circondano l'ospedale ma mi sono rifiutato di lasciare l'ospedale e sono qui con il mio staff per fornire servizi e assistenza sanitaria ai feriti e alle donne incinte. Al tempo stesso ho paura, sono preoccupato perché la mia famiglia ora è lontana da me e non posso raggiungerla. Non posso proteggere la mia famiglia e sto lavorando con grandi preoccupazioni per loro".

ActionAid ancora una volta lancia l’appello per un cessate il fuoco immediato che ponga fine alle sofferenze della popolazione della Striscia di Gaza.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news