6 febbraio 2017 ore: 14:15
Immigrazione

Giornata mutilazioni genitali. San Gallicano: “Salvaguardare integrità delle bambine”

Lo sottolinea Aldo Morrone in un convegno dedicato al tema. L’istituto è attivo in Italia e in Africa dove ha promosso la nascita di diversi ospedali per fronteggiare il fenomeno. La pratica è stata messa al bando nel 2012 ma in alcuni villaggi è ancora molto usata.

ROMA – “L'impegno del San Gallicano è sempre stato nella direzione di salvaguardia dell'integrità  psicofisica delle bambine”. A sottolinearlo è Aldo Morrone direttore di Dermatologia clinica al San Gallicano e presidente dell’Istituto Mediterraneo di Ematologia,  nel corso del seminario tenutosi oggi presso la Sala Tevere della Regione Lazio in occasione della Giornata Mondiale contro le Mutilazioni Genitali.

Durante l’incontro il direttore generale Ifo, Francesco Ripa di Meana, ha dichiarato che l’Istituto dermatologico San Gallicano è da sempre attento alle problematiche di salute delle donne straniere, in particolare in Africa dove ha promosso varie attività e la nascita di diversi ospedali per fronteggiare tale fenomeno  ed oggi conferma il proprio impegno nel contrasto di tale pratica sia nei paesi interessati al fenomeno e sia in Italia, anche come riferimento per molti operatori sanitari”. Questo impegno si colloca nella “particolare attenzione che insieme all’Istituto nazionale tumori Regina Elena, rivolgiamo incessantemente alla salute delle donne” aggiunge.

Le mutilazioni genitali femminili sono state messe al bando dall’Organizzazione Nazioni Unite nel 2012 quali violazione dei diritti umani e abuso irreversibile dell’integrità fisica di donne e bambine. Sebbene molti Paesi abbiano approvato leggi che proibiscono la pratica delle mutilazioni delle ragazze, ancora in molti villaggi, sono troppe le bambine sottoposte alla terribile pratica.

“Questo è un fenomeno che va combattuto con ogni mezzo a disposizione – ha scritto in un messaggio agli organizzatori il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti -. a tutti voi va il mio ringraziamento e il mio sostegno per quello che fate ogni giorno, con l’augurio che ci siano presto nuove occasioni per continuare a sensibilizzare e ad informare”.

 

 

© Copyright Redattore Sociale