8 agosto 2022 ore: 12:06
Società

Grande Italia agli europei di tiro con l’arco paralimpico: azzurri davanti a tutti con 14 medaglie

Conclusa a Roma la rassegna continentale di tiro con l'arco paralimpico: l'Italia mette in bacheca 5 ori, 4 argenti, 5 bronzi, che valgono il primo posto assoluto nel medagliere davanti a Turchia e Gran Bretagna. Il presidente del Cip, Pancalli: "Complimenti agli azzurri per l'ennesima straordinaria impresa"
sport europei tiro arco paralimpico elisabetta mijno 2022

Elisabetta Mijno

ROMA – Sono stati un successo per i colori azzurri i campionati europei di tiro con l’arco paralimpico, disputatisi a Roma nei giorni scorsi: con gli otto podi conquistati nella giornata conclusiva di domenica 7 agosto, la spedizione italiana ha chiuso la rassegna continentale con un totale di 14 medaglie: 5 ori, 4 argenti e 5 bronzi che valgono il primo posto nel medagliere davanti alla Turchia che ha concluso con 13 medaglie (5 ori, 4 argenti e 4 bronzi), mentre al terzo posto c'è la Gran Bretagna con 8 podi (2 ori, 3 argenti, 3 bronzi).

Il risultato dell'Italia è eccellente sia per l'immediato, sia in prospettiva futura, soprattutto guardando a Parigi 2024 considerando che, oltre alle conferme arrivate da alcuni atleti di punta, sono arrivati a giocarsi un podio anche arcieri che erano al loro primo europeo e alle prime presenze in azzurro. Agli azzurri sono arrivati i complimenti del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli: "Complimenti a queste ragazze e questi ragazzi per lo straordinario risultato ottenuto. L'Italia si conferma così eccellenza mondiale in questa disciplina regalandoci un'altra grandissima soddisfazione. Complimenti anche al Presidente Scarzella e a tutta la Fitarco non solo per la grande prestazione ma anche per il successo organizzativo di una manifestazione che ha dimostrato, ancora una volta, le capacità del nostro Paese di ospitare eventi sportivi di carattere internazionale" 

Fra i vincitori di una medaglia d’oro c’è Elisabetta Mijno, che ha conquistato il titolo europeo battendo in finale la greca Dorothea Poimemnidou 6-2. L'azzurra, che ha primeggiato in qualifica e poi ha vinto tutti gli scontri, ha completato l'opera in rimonta. Il primo set era andato infatti all'avversaria 23-21, tutti gli altri parziali però sono dell’azzurra 28-23, 29-25 e 27-25. Per la campionessa paralimpica, che in questa stagione ha esordito anche con la Nazionale "normodotati", è il secondo titolo europeo individuale dopo quello del 2014. Nella categoria per ipovedenti e non vedenti, medaglia d'oro tra i VI 2/3 per Daniele Piran grazie al 6-2 contro lo spagnolo Adrian Orjales Vidal. L'arciere italiano che lo scorso febbraio aveva vinto il bronzo mondiale alla sua prima trasferta in azzurro, va subito sul 4-0 (20-17 e 24-22), poi resiste al ritorno dell'avversario che vince il terzo set (23-19) chiudendo la sfida con il 25-28 delle ultime tre frecce. 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news