18 ottobre 2021 ore: 16:30
Salute

Green pass, Acli Colf: "Speranza per il riconoscimento di vaccini come lo Sputnik"

Il presidente Magrini commenta le parole del direttore generale dell’Aifa: "La validazione dei vaccini ancora non riconosciuti in Europa permetterebbe di aiutare le tante assistenti familiari impossibilitate a lavorare, pur essendo vaccinate"

ROMA - "Nel giorno in cui è scattata l’obbligatorietà del Green Pass nei luoghi di lavoro, accogliamo con grande speranza le parole del Direttore Generale dell’Aifa, Nicola Magrini, il quale ha parlato della possibilità di riconoscere anche in Italia vaccini come lo Sputnik, attualmente non autorizzato dall’Ema". Così in una nota le Acli Colf che sottolineano "quanto la validazione dei vaccini ancora non riconosciuti in Europa permetterebbe di aiutare le tante assistenti familiari impossibilitate a lavorare, pur essendo vaccinate".

Le Acli Colf avevano manifestano la preoccupazione per la situazione di numerose colf e badanti, per lo più provenienti dai paesi dell’Est Europa, vaccinate con lo Sputnik, non riconosciuto in Italia e per i problemi che questa condizione fa ricadere sulle famiglie.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news