9 luglio 2020 ore: 11:13
Disabilità

Grottammare, bagni in mare in sicurezza anche con la carrozzina

Passerelle e sedie speciali per immergersi a disposizione di tutti nel comune marchigiano che entra nella lista delle spiagge accessibili fino al mare. Il sindaco: “Stiamo recuperando un ritardo di anni”
Grottammare, attrezzature per spiagge accessibili

GROTTAMMARE (AP) - Un bagno in mare in piena sicurezza, anche se si è sulla sedia a rotelle. Dopo la Bandiera Lilla conquistata nel 2019, il comune di Grottammare, nelle Marche, arricchisce l’offerta turistica con una serie di attrezzature che consentiranno ai turisti con disabilità motoria di accedere alla battigia e di immergersi in acqua.
Il progetto si chiama “Spiagge accessibili” ed è stato attivato in questi giorni dopo la firma della convenzione tra l’amministrazione locale e la Confraternita Di Misericordia.

Due i tratti di spiaggia pubblica interessati, uno a nord (S30) e uno a sud (S5), attrezzati ognuno con apposite passerelle e con le due sedie speciali: una sedia da mare ‘Job’ (la carrozzina che va anche in acqua) e una sedia ‘Sand&Sea’ (carrozzina a 3 ruote resistente alla salsedine e smontabile).

Il servizio è gratuito e si deve prenotare almeno 24 ore prima dell’accesso in spiaggia contattando i volontari della Misericordia ai numeri 329.3051961 e 345.8309752. “Al momento della prenotazione – spiegano gli operatori comunali -, i soggetti dovranno specificare il periodo per il quale sono interessati, comunque non superiore all’intera giornata. Le richieste saranno soddisfatte compatibilmente con le disponibilità ed in ordine di presentazione. Raccomandiamo agli utenti di comunicare con tempestività eventuali disdette per lasciare ad altri la possibilità di usufruire del servizio”.

“Questo progetto rappresenta un passo avanti rispetto al diritto all’inclusione e all’accessibilità che, purtroppo, molte città italiane non garantiscono – sottolinea il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini -. Si tratta, infatti, di recuperare un ritardo ideale e materiale di molti anni. Per Grottammare sarà un lungo percorso che non potrà fermarsi a questa amministrazione. Da alcuni anni abbiamo a disposizione un Piano generale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, uno strumento urbanistico utilissimo anche per il futuro, che individua le priorità sulle quali è necessario intervenire, suggerendo progettazioni preliminari per risolvere le criticità”.

Il progetto è stato redatto dall’Ufficio tecnico comunale mentre i dispositivi sono stati acquistati grazie a un cofinanziamento regionale di 8 mila euro al quale si è aggiunto un contributo comunale di altri 4 mila. Completano l’opera il potenziamento e l’adeguamento delle piazzole delle docce che ora sono completamente accessibili.

“Siamo riusciti ad attivare questo servizio grazie al supporto della Misericordia di Grottammare, che ringrazio per la disponibilità – spiega l’assessore all’Inclusività sociale, Monica Pomili -. La scorsa estate il comune di Grottammare ha ottenuto l’assegnazione della Bandiera Lilla, il riconoscimento che individua nel territorio l’esistenza di infrastrutture, attrezzature e opere di urbanizzazione con un elevato grado di abbattimento delle barriere architettoniche. Da qui ha preso il via un percorso di miglioramento continuo dell’intera città: nel corso dell’anno sono stati acquistati audiolibri e libri per BES per ampliare l’offerta della nostra biblioteca, a breve verranno installati cartelli con le indicazioni per l’accesso delle persone con disabilità ai musei del Paese alto e oggi siamo in grado di potenziare anche l’offerta turistica con le nostre spiagge che diventano sempre più accessibili. Piccoli ma significativi interventi come questo sono buone pratiche che, sommandosi, rendono Grottammare una città più responsabile e sempre più inclusiva”.

© Copyright Redattore Sociale