9 gennaio 2015 ore: 17:07
Non profit

Haiti, 5 anni dopo. L'attività del Programma alimentare mondiale per costruire un paese più forte

Dal 2010, il Wfp ha aiutato a creare opportunità di lavoro per più di 200 mila haitiani grazie ai progetti di contante o cibo in cambio di lavoro, cercando di stabilizzare la sicurezza alimentare
Fabio Cuttica/contrasto Gente in fila in attesa di ricevere aiuti, cooperazione haiti

PORT-AU-PRINCE - A cinque anni dal catastrofico terremoto che uccise circa 200 mila persone, il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (Wfp) lavora insieme al governo di Haiti per "costruire una comunità più resiliente nell’affrontare meglio eventuali futuri disastri". Con una nota, il Wfp ricorda che "a poche ore dal terremoto del 12 gennaio 2010, il Wfp cominciò a distribuire cibo d’emergenza ai sopravvissuti rimasti tra le macerie. In tre mesi, fornì cibo a più di quattro milioni di persone vulnerabili, evitando una crisi alimentare".

Secondo Wendy Bingham, rappresentante del Wfp ad Haiti, è vitale continuare il lavoro per rendere il paese più autonomo nel reagire a futuri disastri. “La persistente povertà cronica e l’ineguaglianza, il degrado ambientale e la continua incertezza politica sono una minaccia a ciò che gli haitiani hanno saputo conquistare negli ultimi cinque anni”, ha detto Bingham.
Per la sua posizione geografica, Haiti è altamente soggetta a disastri naturali come uragani, inondazioni, frane e siccità. A causa della povertà, anche gli eventi più moderati possono spingere le persone alla fame. Oggi, tre milioni di haitiani non sanno dove trovare il prossimo pasto.

"Dal 2010, il Wfp ha aiutato a creare opportunità di lavoro per più di 200 mila haitiani grazie ai progetti di contante o cibo in cambio di lavoro, cercando di stabilizzare la sicurezza alimentare. A Marigot, una comunità tra il mare caraibico e le montagne che fu duramente colpita dal terremoto, gli agricoltori locali lavorano costruendo terrazzamenti sui fianchi delle colline. Questi terrazzamenti impediscono alla pioggia di portar via il ricco strato superficiale del terreno 0e aiutano ad evitare frane fornendo anche terreno pianeggiante per le coltivazioni". Otianes Jouissance è un agricoltore di 60 anni che ha lavorato a questi terrazzamenti. “Questo progetto mi ha dato un lavoro e del cibo”, afferma oggi.

A sostegno della vita. Nella lingua creola, “Kore Lavi” vuol dire “A sostegno della vita”. E’ ciò che sta facendo il Wfp attraverso un progetto che aiuta a migliorare la nutrizione delle donne e dei bambini più poveri di Haiti. Finanziato dall’Agenzia per lo Sviluppo Internazionale degli Stati Uniti (USAID) e in collaborazione con CARE e con Action Contre la Faim, il progetto del Wfp fornisce una miscela di farina insieme a vitamine e minerali, bulgur, olio per cucinare e fagioli. L’obiettivo di questo progetto è rafforzare la nutrizione ora in modo che gli haitiani vulnerabili siano più forti e sani qualora avvenga un nuovo disastro in futuro.

Nel 2015, il Wfp avvierà progetti per raggiungere fino a 1,2 milioni di haitiani ad alto tasso di vulnerabilità. Si tratta di sostegno al governo per la fornitura di pasti caldi a quasi mezzo milione di bambini in età scolastica. Alcuni dei prodotti per questo progetto saranno acquistati localmente, al fine di sostenere gli agricoltori del paese. Insieme al Ministero dell’agricoltura, le associazioni dei piccoli agricoltori vengono seguite e formate per rispondere agli standard qualitativi di approvvigionamento locale del Wfp.

Nel quinto anniversario del terremoto, il Wfp ringrazia la comunità internazionale "per il sostegno finora dimostrato verso Haiti". Tuttavia, il lavoro continua. "L’agenzia ha bisogno di 28 milioni di dollari nel 2015 per fornire assistenza alimentare vitale alla popolazione di Haiti la cui sicurezza alimentare e nutrizionale rimane precaria", si evidenzia. Nel 2014, i maggiori donatori del WFP per Haiti sono stati, in ordine alfabetico: Canada, Francia, Germania, Svizzera e Stati Uniti d’America.

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news