7 gennaio 2017 ore: 12:40
Non profit

Haiti, uragano Matthew: "600 mila bimbi necessitano di assistenza umanitaria"

Case e raccolti persi, danni a 716 scuole, strutture e infrastrutture igienico-sanitarie: a circa tre mesi dal devastante uragano Matthew su Haiti, 1,4 milioni di persone necessitano di assistenza umanitaria. 'impegno di Unicef
Uragano Matthew a Haiti

ROMA - A circa tre mesi dal devastante uragano Matthew su Haiti, l'Unicef e i suoi partner continuano a fornire aiuti umanitari a coloro che sono stati piu' colpiti. Oltre 2 milioni di persone, tra cui 900 mila bambini; di questi 1,4 milioni necessitano di assistenza umanitaria, compresi 600 mila bambini. Case e raccolti persi, danni a 716 -scuole, strutture e infrastrutture igienico-sanitarie. In collaborazione con il governo di Haiti, l'Unicef e i suoi partner sono stati in grado di garantire tutti i giorni acqua potabile a piu' di 281 mila persone, tra cui piu' di 118 mila bambini.

Tra gli interventi di Unicef la campagna di vaccinazione contro il colera (a novembre raggiunte 807.395 persone - compresi 309.213 bambini tra 1 e 14 anni ); il ripristino della catena del freddo di 37 impianti; l''equipaggiamento di 35 centri per il trattamento della malnutrizione; la ristrutturazione di 14 scuole e i lavori di riparazione in altre 107. In totale, oltre 36 mila studenti torneranno in classe. Unicef ha inoltre aperto due uffici decentrati: uno a Les Cayes nel dipartimento Sud e l''altro a Je''re''mie nel dipartimento Grand''Anse. Di "alcuni progressi" parla Marc Vincent, rappresentante Unicef ad Haiti", precisando che tuttavia "molto resta ancora da fare" il prossimo anno, per consentire ai bambini haitiani e alle loro famiglie di beneficiare di acqua potabile, servizi igienico-sanitari, protezione e istruzione. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news