27 novembre 2012 ore: 12:31
Disabilità

Il museo del mare di Genova diventa ancora più accessibile

Con il “progetto Accessit” mappe tattili che descrivono lo spazio di ogni piano, monitor che spiegano gli allestimenti e pannelli più visibili. Novità disponibili da domani, in occasione della Giornata dedicata all’accessibilità culturale nei musei
GENOVA – Mappe tattili che descrivono lo spazio di ogni piano, monitor che spiegano gli allestimenti e pannelli più visibili. Galata, il museo del mare di Genova presenta il “Progetto Accessit”, una nuova segnaletica per disabili visivi e uditivi, che lo renderà ancora più accessibile. Le novità, che vanno ad aggiungersi alla mappa tattile descrittiva posizionata sulla terrazza del museo, alle audioguide per ciechi e alla sezione dedicata agli ipoudenti, verranno sperimentate domani mattina da alcune classi e saranno a disposizione del pubblico dal pomeriggio, in occasione della Giornata dedicata all’accessibilità culturale nei musei. E dalle 17 nel museo si terrà una tavola rotonda intitolata “Un museo per tutti? Accessibilità, le nuove sfide dell’accoglienza”, coordinata da Maria Paola Profumo, presidente del Galata. “Per realizzare questo progetto abbiamo preso spunto da diversi musei europei e statunitensi – spiega Profumo -. L’accessibilità è uno degli elementi fondamentali perché uno spazio culturale sia davvero accogliente”.

Non è chiaro quanti siano i musei italiani totalmente o parzialmente accessibili. Dal ministero fanno sapere che è in corso una mappatura dei progetti in corso relativi all’accessibilità. “I nostri musei si stanno adeguando con lentezza – commenta Lidia Schichter, ideatrice di percorsi accessibili per spazi museali, spazi urbani e uffici – e il Galata è un laboratorio di sperimentazione delle varie forme di accessibilità”. All’incontro di domani, oltre a Profumo e Schichter, parteciperanno anche Angelo Berlangieri, assessore alla Cultura della Regione, che ha finanziato il progetto, Fiorangela di Matteo, coordinatrice ligure dell’Icom (International council of museum), Andrea Malaspina, della consulta comunale e provinciale per l’handicap e Liliana Cardone, presidente dell’associazione “Sulle ali dell’udito”. (lsc)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news
Disabilità

Progetto Accessit