10 novembre 2014 ore: 14:54
Immigrazione

Immigrati, Boldrini: flussi sostenibili, nessuna invasione

"Le questioni relative alla salvaguardia dei diritti fondamentali e alle politiche migratorie vanno trattate anche attraverso l'analisi dei numeri. Il primo dato che merita di essere segnalato e' che l'Europa non e' affatto esposta a flussi d...
Augusto Casasoli/A3/Contrasto Laura Boldrini

Laura Boldrini

Roma - "Le questioni relative alla salvaguardia dei diritti fondamentali e alle politiche migratorie vanno trattate anche attraverso l'analisi dei numeri. Il primo dato che merita di essere segnalato è che l'Europa non e' affatto esposta a flussi di rifugiati e richiedenti asilo di dimensioni insostenibili". Cosi' la presidente della Camera, Laura Boldrini, aprendo la Conferenza dell'Agenzia dell'Unione europea per i Diritti fondamentali 'Fundamental Rights and Migration to the Eu'.

"Basta paragonare i dati europei a quelli dei Paesi vicini alle zone di conflitto per rendersene conto - prosegue - penso ad un piccolo Paese come il Libano. Attualmente ospita circa 1milione e 200mila rifugiati siriani, su una popolazione di circa 4 milioni di abitanti. Facendo le dovute proporzioni con il mio Paese, ad esempio, sarebbe come se in Italia ci fossero 14 milioni di rifugiati. In Giordania i numeri sono simili. E, in generale, l'80 % dei rifugiati vive nel sud del mondo. La presenza dei rifugiati nei 28 paesi dell'Unione europea alla fine del 2013, secondo gli ultimi dati disponibili dell'Unhcr, e' di 980mila cosi' suddivisi: Francia 232.000; Germania 187.000; Regno Unito 126.000; Svezia 114.000; Italia 78.000. Ecco dunque come i numeri facciano chiarezza e offrano un'altra prospettiva che smonta quella dell'invasione". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news