22 ottobre 2020 ore: 17:48
Non profit

Incontro tra assistenti sociali e la ministra Catalfo. “Ascoltati e compresi, ora aspettiamo i fatti”

Rafforzamento dei servizi e integrazione socio-sanitaria tra le priorità del ministero per le risorse del Recovery Fund, avvio di un’effettiva realizzazione dei livelli essenziali in tutt’Italia come previsto dalla legge 328 che sta per compiere 20 anni: sono questi i risultati dell’incontro

ROMA - Rafforzamento dei servizi e integrazione socio-sanitaria tra le priorità del ministero per le risorse del Recovery Fund, avvio di un’effettiva realizzazione dei livelli essenziali in tutt’Italia come previsto dalla legge 328 che sta per compiere 20 anni. Sono questi i risultati dell’incontro tra la ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, e il  Direttore generale per la lotta alla povertà e per la programmazione, Angelo Marano con il Consiglio dell’Ordine degli Assistenti sociali rappresentato dal presidente Gianmario Gazzi e dai consiglieri Miriam Totis e Francesco Poli che ha avuto luogo oggi dopo la  lettera aperta di una settimana fa. 

“E’ stato un incontro importante, per il quale torniamo a ringraziare la ministra,  durante il quale abbiamo riscontrato una visione comune sul percorso da seguire perché i più fragili possano usufruire di quei diritti che non sanno neppure di avere – ha commentato il presidente Gazzi -. Abbiamo presentato un documento denso di numeri e problemi e abbiamo ribadito che Welfare non è  dare soldi a pioggia, ma non fare sentire abbandonato nessuno.  Aspettiamo fiduciosi la prossima tappa, la definizione del prossimo Piano Sociale Nazionale i cui lavori preparatori cominciano martedì. Oggi, comunque ci è parso di essere stati ascoltati e compresi – conclude -  Aspettiamo ora i fatti” .

© Copyright Redattore Sociale

in calendario