6 giugno 2020 ore: 11:31
Disabilità

Inventarsi detective per scoprire il killer di un amico. Ragazza cieca e cane guida in una serie tv

Sono i protagonisti di “In the Dark”, in onda la domenica su Rai4. A metà tra un poliziesco e una commedia, gli episodi proseguiranno fino a metà giugno, e gli ultimi saranno disponibili su Raiplay per un’altra settimana ancora
in the dark serie tv

ROMA - Un buon ritmo, serrato, e una protagonista non troppo convenzionale – come una ragazza che ha perso la vista, ferita nell’animo e per questo ironica fino a diventare scorbutica, cinica e spesso arrabbiata con il mondo –, sono gli ingredienti di “In the Dark”, la serie tv creata per l’emittente statunitense The CW da Corinne Kingsbury (tra gli sceneggiatori di “The Newsroom”). In Italia va in onda la domenica alle 19.30 su Rai4. La storia ruota attorno a Murphy (Perry Mattfeld, Mel in “Shameless”), una giovane donna cieca alla deriva in una vita sregolata fatta di alcool, fumo, sesso occasionale e un lavoro che non la soddisfa nella scuola di addestramento per cani guida dei suoi genitori adottivi. I suoi unici veri amici sono la coinquilina lgbt e Tyson, uno spacciatore adolescente che l’ha salvata da una violenta rapina. Poi c’è Pretzel, il suo cane guida, che lei però definisce “uno stalker”.

Un giorno, mentre passeggia nel solito vicolo malfamato, inciampa in un cadavere: quello di Tyson. Ma all’arrivo della polizia il corpo è misteriosamente sparito. Quando le indagini sulla scomparsa del suo amico vengono archiviate, Murphy decide di scoprire cosa gli sia accaduto e chi lo abbia ucciso. Tra i pochi a credere alla sua tesi, c’è un detective con una figlia non vedente. Intanto, incontra il ragazzo perfetto.

A metà strada tra un poliziesco e una commedia, condita forse di troppe diversità tutte insieme, questa nuova serie tv comunque non annoia: puro sarcasmo riflessivo. Le 13 puntate di “In the Dark” proseguiranno fino a metà giugno, e gli ultimi episodi saranno disponibili su Raiplay per un’altra settimana ancora. Negli Stati Uniti, invece, si è appena conclusa la seconda stagione di questa serie prodotta da CBS Television Studios, la casa che vanta anche l’attore Ben Stiller tra i suoi esecutivi, e da Warner Bros Television, e si sta parlando anche di una terza. Merito di un mix di ingredienti fatto di empatia con i personaggi, colpi di scena, capacità di generare aspettative, curiosità e attesa, sorrisi divertiti e riflessioni amare. Oltre a Perry Mattfeld, nel cast figurano anche Rich Sommer, Brooke Markham e Casey Deidrick. (mt)

© Copyright Redattore Sociale