17 settembre 2017 ore: 10:23
Immigrazione

Ius soli. Sant'Egidio: preoccupati, confidiamo in Gentiloni

il presidente Impagliazzo: "Ci sono tanti bambini che si sentono italiani, che conoscono la lingua e la nostra cultura: hanno il diritto di vivere come tutti in questo paese, da cittadini"
Immigrazione, cittadinanza, famiglia, ius soli

ROMA - "Ci sono tanti bambini che si sentono italiani, che conoscono la lingua e la nostra cultura: hanno il diritto di vivere come tutti in questo paese, da cittadini". Lo dice il presidente della comunita' di Sant'Egidio Marco Impagliazzo, ospite a Fiuggi della convention 'L'Italia e l'Europa che vogliamo' organizzata da Antonio Tajani. Poi, aggiunge: "Siamo un po' preoccupati di questo rallentamento" della legge sullo ius soli, "confidiamo nelle parole del presidente Gentiloni che ha detto che entro l'autunno questa legge si fara' perche' e' una legge di civilta', una legge per il futuro del nostro paese che vive una profonda crisi demografica e perche' e' una legge che riconosce un diritto fondamentale a persone che hanno deciso di vivere con noi anche se non sono immediatamente figli di italiani". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale