21 giugno 2017 ore: 12:07
Società

L'alternanza scuola-lavoro si fa anche "in corsia"

Hanno imparato come funziona il centro logistico di un grande ospedale, il Sant'Orsola di Bologna. Sono i primi quattro studenti dell'Itc Rosa Luxemburg che hanno fatto, proprio al policlinico, un'esperienza di alternanza scuola-lavoro. Ma non sono ...
Policlinico S.Orsola

Hanno imparato come funziona il centro logistico di un grande ospedale, il Sant'Orsola di Bologna. Sono i primi quattro studenti dell'Itc Rosa Luxemburg che hanno fatto, proprio al policlinico, un'esperienza di alternanza scuola-lavoro. Ma non sono i soli, visto che a breve la collaborazione sara' estesa ad altri ragazzi e altre aree del Sant'Orsola. I quattro studenti per quattro settimane hanno osservato da vicino i movimenti e le logiche che dominano il magazzino di un grande policlinico, rispondendo alle richieste dei vari reparti e alla gestione dei farmaci e del materiale in arrivo dai fornitori. Il tutto affiancati da tutor aziendali dedicati che hanno mostrato la catena di approvvigionamento della struttura sanitaria. Martina, George, Ylenia e Matias - questi i nomi dei giovani al quinto anno di scuola superiore - tra le altre cose hanno avuto l'occasione di formarsi sulle operazioni fisiche di controllo della merce e sull'uso dei device e dei software di gestione informatica, entrando in contatto con il centro logistico, la struttura aziendale che si occupa di mantenere i rapporti con le centrali di acquisto regionali e di area vasta, di gestire l'intero ciclo dei beni economali e di distribuire i farmaci e i dispositivi medici in tutto il Policlinico.

"La filiera sanitaria pubblica e' spesso un oggetto poco considerato dal mondo della scuola- spiega Diego Lauritano, responsabile del centro logistico- e' per questo che, appena ho saputo dell'alternanza scuola-lavoro, ho iniziato a chiamare gli istituti tecnici della zona per proporre il progetto. Il Luxemburg si e' dimostrato interessato, e in breve abbiamo firmato la convenzione". L'idea e' di ripetere l'esperimento a breve, iniziando nuovi stage magari gia' prima dell'estate.

"Finora e' andata molto bene- commenta Lauritano- i ragazzi si sono dimostrati molto proattivi nonostante la giovane eta'. Anzi, i colleghi in magazzino sono rimasti piacevolmente stupiti da come hanno approcciato l'esperienza. Ora sarebbe bello allargare l'opportunita' anche ad altri istituti". C'e' soddisfazione anche da parte dell'istituto tecnico: "I ragazzi sono stati molto bene- spiega la docente Laura Torri- Nel resoconto finale i giudizi espressi sono stati ottimi sia per il tipo di attivita' svolto e le competenze acquisite, sia per i tutor sempre disponibili e attenti. Visto l'ottimo esito dell'esperienza, la nostra scuola si augura di poter collaborare ancora con il policlinico". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news