6 giugno 2020 ore: 13:42
Società

L’America dopo George Floyd nell’ultimo Grs Week

L’approfondimento settimanale del Giornale Radio Sociale è dedicato, in questo fine settimana, alle manifestazioni e agli scontri che stanno interessando gli Stati uniti. I commenti del vicedirettore de Il Post, Francesco Costa, di Riccardo Noury, portavoce di Amnesty Italia, e Roberto Rossini, presidente delle Acli

ROMA - L’omicidio di George Floyd e le feroci proteste che stanno interessando gli Stati uniti nell’anno in cui gli americani dovranno eleggere il nuovo presidente al centro del nuovo GRS Week, l’approfondimento settimanale del Giornale Radio Sociale. Per comprendere il forte malcontento degli afroamericani e non solo, le contraddizioni e le disuguaglianze emerse ancora una volta da un caso di cronaca, Grs ha raccolto i commenti del vicedirettore de Il Post, Francesco Costa, di Riccardo Noury, portavoce di Amnesty Italia, e Roberto Rossini, presidente delle Acli. Tra i temi trattati in questa nuova puntata del Grs Week quello dei diritti umani. La vicenda di George Floyd, infatti, mette in luce l’uso spropositato della forza da parte della polizia: nel solo 2019 le forze dell’ordine sono state coinvolte nella morte di oltre mille persone, in gran parte afroamericani.

Il momento storico è di sicuro senza precedenti, sia per la sfida globale imposta dall’attuale crisi economica e sociale, ma anche perché nell’autunno gli americani saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente. In gioco, però, c’è molto più di una partita elettorale, ma una visione del futuro e le mobilitazioni nate dalla vicenda di Floyd hanno già lasciato un segno nella società e nella politica americana.

ASCOLTA IL GRS WEEK

© Copyright Redattore Sociale