5 aprile 2016 ore: 13:47
Società

L’arte si confronta con la quotidianità. Gli studenti collaborano a Piazza Grande

Un numero speciale dedicato a bambini e ragazzi in occasione della Fiera del libro per ragazzi in corso a Bologna. Per l’occasione Piazza Grande ha coinvolto scrittori, disegnatori, illustratori e gli studenti del Liceo artistico Arcangeli. “È importante che la scuola si apra alla città”. Il giornale è in strada
Piazza Grande. Foto di gruppo

BOLOGNA - Illustrazioni, racconti, giochi. In aprile Piazza Grande esce con un numero speciale dedicato a bambini e ragazzi, complice la concomitanza con la Fiera del libro per ragazzi che quest’anno compie 50 anni. Per l’occasione sono stati coinvolti gli studenti delle quinte H e L del corso di grafica del Liceo artistico Francesco Arcangeli di Bologna che, sollecitati dalla loro insegnante Paola Sapori – illustratrice che già collabora con il giornale di strada – hanno lavorato per la prima volta sui temi della povertà e dei senza dimora. “Con i ragazzi non abbiamo lavorato su un progetto definito, anzi forse abbiamo ‘deprogettato’, abbiamo lanciato delle parole e abbiamo visto cosa succedeva – ha detto Paola Sapori – Per loro il tema è stato complesso, soprattutto per la paura di poter essere offensivi. Ma credo sia molto importante che la scuola apra le sue porte alla città, sia attenta a cosa le accade intorno, collabori con l’esterno”. Il numero di aprile è già in strada e si può trovare anche alla Fiera del libro per ragazzi.

Gli studenti del Liceo artistico Arcangeli
Piazza Grande. Foto di gruppo

Il volto in copertina è stato disegnato da Roberta Brignone, diciottenne che già guarda all’Accademia di Belle arti per il suo futuro. “Il tema della povertà, dei senzatetto tocca tutti noi – ha raccontato la studentessa – Disegnandolo riesci a entrare più a contatto con la realtà”. L’idea da cui è nata la sua illustrazione è legata all’uscita del giornale, in strada dal primo aprile. “Dato che il giornale viene venduto sempre piegato a metà, abbiamo lavorato sulla ‘sorpresa’ – spiega Sapori – Tenendolo piegato si vede un pesce, ma aprendolo si scopre che quel pesce è il cappello di una persona, di cui vediamo il volto”. All’interno ci sono tre pagine di giochi realizzati dagli studenti: cruciverba, labirinti, gioco dell’oca e altri, tutti a tema sociale. “Credo che il legame tra arte e sociale sia importante – ha detto Maria Cristina Casali, preside del liceo – L’arte deve confrontarsi con la quotidianità, che oggi è sempre più contrassegnata da situazioni di disagio. Per i ragazzi questa collaborazione è l’occasione per riflettere sul contesto cittadino in cui vivono”.

- Le pagine centrali del giornale ospitano, grazie alla collaborazione con Graphic News, “Via Mariano Tuccella”, fumetto realizzato da Emanuele Racca che ripercorre le storie dei senza dimora che il disegnatore ha incontrato a Bologna nei dormitori e per strada. “Nel fumetto – ha spiegato Leonardo Tancredi, direttore di Piazza Grande – ci sono anche i dati sui senza dimora in Italia, tratti dall’indagine Fio.psd-Istat e viene affrontato il tema della via fittizia che molti Comuni hanno creato per poter dare la residenza a chi vive in strada, e con la residenza anche tutta una serie di diritti, a partire da quello all’assistenza sanitaria”. Il giornale contiene poi un racconto di Francesco Matteuzzi, sceneggiatore e scrittore di fumetti e libri per bambini, e un testo di Elena Baboni tratto da “Un altro sguardo. Figure e storie di diversabilità nei libri per ragazzi”, pubblicato dalle edizioni Giannino Stoppani, oltre alle strisce satiriche di Bicio Fabbri e Giorgio Franzaroli. L’illustrazione in ultima pagina è di Andrea Antinori ed è tratta dal libro “Un libro sulle balene” (Edizioni Corraini), che sarà in mostra al Mambo dal 3 al 24 aprile nell’ambito della Fiera del libro per ragazzi. (lp)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news

in calendario