4 febbraio 2015 ore: 12:28
Giustizia

L'ospedale psichiatrico giudiziario diventerà un albergo a 5 stelle

A Montelupo la prestigiosa Villa medicea dell’Ambrogiana, attualmente sede dell’Opg, non avrà più una funzione carceraria. Ma è improbabile arrivare alla chiusura dell’ospedale entro il 31 marzo
Franco Guardascione/Opg Montelupo Fiorentino, anno 2009 Internauti - Opg 2

Opg Montelupo Fiorentino, anno 2009. Foto di Franco Guardascione

L'Opg di Montelupo in una foto di Franco Guardascione del 2009
Internauti - Opg 2

FIRENZE - La prestigiosa Villa medicea dell’Ambrogiana, attualmente sede dell’Opg di Montelupo, sarà restituita ai cittadini e non avrà più una funzione carceraria. Tra le ipotesi in cantiere, quella di inserire la villa nel percorso delle ville medicee patrimonio dell’Unesco, anche se la struttura potrebbe diventare un hotel di lusso. E’ questa una delle ipotesi che sta trapelando in questi giorni nel piccolo comune in provincia di Firenze. Oltre all’albergo a cinque stelle, nella villa, attualmente di proprietà del Demanio e in uso al Ministero della Giustizia, potrebbe sorgere anche un centro congressi. Quel che è certo, è che prima di ogni trasformazione, la villa necessiterebbe di un grande percorso di ristrutturazione.

Anno 2009. Foto di Franco Guardascione
Internauti - Opg 5

A pronunciarsi sulla restituzione della Villa ai cittadini è stato il Dap (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) attraverso un comunicato ufficiale dopo un incontro con il Soprintendente per i beni archeologici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per le province di Firenze, Pistoia e Prato, Alessandra Marino. “Con la chiusura degli Opg – scrive il Dap - la storica struttura diventerà patrimonio dell’intera collettività. La piena disponibilità dell’amministrazione a cedere la storica Villa dell’Ambrogiana è stata manifestata nell’incontro che si è tenuto il 3 febbraio tra la soprintendente, il direttore generale dei detenuti e del trattamento e il direttore generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria”.

Anno 2009. Foto di Franco Guardascione
Internauti - Opg 4

Ma Carmelo Cantone, direttore del Dap Toscana, è molto scettico sui tempi di chiusura dell’Opg, previsti per il 31 marzo: “Credo obiettivamente molto difficile arrivare alla chiusura dell’ospedale psichiatrico giudiziario entro il 31 marzo. La Regione Toscana sta lavorando per trovare strutture alternative per i pazienti, ma ancora non sono state trovate”.
Da parte sua, il sindaco del Comune di Montelupo, Paolo Masetti, ha istituito un tavolo tecnico che possa decidere il futuro della coinvolgendo tutte le istituzioni competenti. “Dopo il comunicato del Dap, oggi abbiamo un importante punto fermo, quello che la struttura non avrà più una funzione carceraria. Il futuro dell’hotel di lusso? E’ una delle ipotesi ma certamente, data la vastità della struttura, sorgerà insieme all’albergo qualcos’altro. E’ pertanto necessario continuare il percorso istituzionale intrapreso”.

© Copyright Redattore Sociale