1 aprile 2022 ore: 15:23
Disabilità

La Fondazione italiana per l’autismo ricevuta da Papa Francesco

Alla vigilia della Giornata mondiale, il Pontefice ha ricevuto la Fondazione e ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto. "Voi date un valido contributo alla lotta contro la cultura dello scarto, che è tanto diffusa nella nostra società”

ROMA - Questa mattina, presso il Palazzo Apostolico Vaticano, Papa Francesco ha ricevuto la Fondazione italiana per l'autismo, alla vigilia della Giornata Mondiale che si celebrerà domani.
L’incontro è iniziato con la testimonianza di Filippo, un ragazzo di 20 anni, che ha chiesto al Santo Padre di farsi portavoce di tutte quelle persone che la voce spesso non hanno. Ha poi sottolineato il ruolo fondamentale svolto dalle famiglie, l’importanza di incontrare educatori ed insegnanti preparati e in grado di far emergere le unicità di ognuno. Ha ringraziato quindi i datori di lavoro perché il lavoro è dignità e realizzazione, infine il mondo dell’associazionismo, con la Fondazione Italiana Autismo su tutti, che si impegna nel finanziamento di progetti di ricerca volti a migliorare la qualità di vita delle persone autistiche.

Il Pontefice ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dalla Fondazione Italiana per l’Autismo. “Voi coinvolgete ricercatori, medici, psicologi, enti e associazioni di familiari, che dal 2015 si pongono come obiettivo comune quello di promuovere una cultura a favore delle persone nello spettro autistico e con disabilità intellettiva – ha affermato -. Oggi più che mai i temi e le questioni che la vostra Fondazione affronta sono di vitale importanza. Infatti, portando avanti i progetti di ricerca e le iniziative a favore dei più deboli e svantaggiati, voi date un valido contributo alla lotta contro la cultura dello scarto, che è tanto diffusa nella nostra società”.

Un discorso che si è poi sviluppato toccando quattro punti chiave: la promozione della cultura dell’inclusione e dell’appartenenza, la partecipazione che avviene attraverso l’accesso all’educazione, all’occupazione e agli ambiti del tempo libero, l’importanza di fare rete per realizzare una gamma di sostegni ampia e diversificata ed infine lo sviluppo di un’economia solidale, esprimendo infinita gratitudine verso i benefattori della Fondazione Italiana per l’Autismo che, destinando risorse a favore del prossimo, si fanno costruttori di una società più solidale, inclusiva e fraterna.
In conclusione, Papa Francesco ha ricordato la parabola evangelica del buon samaritano, ringraziando i ragazzi di BreakCotto che, in Piazza San Pietro, hanno  offerto il pranzo ai fratelli poveri: “Un’iniziativa che testimonia lo stile del buon samaritano, lo stile di Dio. Com’è lo stile di Dio? Vicinanza, compassione, tenerezza”.

In Italia, dalle ultime stime, un 1 bambino su 77, nella fascia tra i 7 e i 9 anni, presenta un disturbo dello spettro autistico.In questi ultimi due anni, l’isolamento ha aggravato le condizioni delle persone autistiche e complicato ulteriormente il quotidiano dei caregivers – afferma la Fondazione italiana per l’autismo -. Il finanziamento della ricerca riveste quindi un ruolo ancora più importante per dare continuità ai percorsi con équipe multidisciplinari”.
Dal 2007, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha istituito, il 2 aprile, la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. La serata del 2 aprile vedrà dunque i più importanti monumenti italiani illuminarsi di blu per informare la popolazione rispetto alle tematiche dell’autismo.
Proprio in occasione di questa giornata, nel 2022, torna la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #sfidAutismo22 di FIA - Fondazione Italiana per l’Autismo.
Dal 28 marzo al 10 aprile, attraverso un SMS Solidale al 45592, sarà possibile sfidare l'autismo donando 2 euro tramite SMS da cellulare personale Wind Tre, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile,  CoopVoce, Tiscali. La donazione sarà invece di 5 o 10 euro per chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali e 5 euro per chiamate da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile.
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news