13 maggio 2016 ore: 16:01
Immigrazione

Lampedusa, 15 migranti continuano la protesta: rifiutano il cibo e l'assistenza

La protesta va avanti da una settimana. Chiedono di non essere sottoposti al foto-segnalamento e di poter proseguire il loro viaggio verso i paesi europei. Dopo l'informativa legale di Borderline, altri 20 sono invece rientrati nell'hotspot
Hot spot di Lampedusa. Protesta dei migranti. Cartelli

PALERMO – Quindici migranti continuano la protesta a Lampedusa, dormendo all'aperto da una settimana,  rifiutando il cibo portato dai volontari e anche l'assistenza sanitaria. La loro richiesta è quella di non essere sottoposti ai foto-segnalamenti e di potere proseguire il loro viaggio verso i paesi europei. Si tratta di tre donne etiopi, di alcuni sudanesi e di due migranti originari dello Yemen. Dopo l'informativa legale di Borderline, 20 migranti invece hanno deciso di rientrare nell'hotspot e di farsi foto-segnalare, condizione senza la quale non possono essere accolti nei Centri Accoglienza Straordinaria dove si provvederà a metterli in condizione di potere fare la richiesta di asilo.

Nei giorni scorsi con il gruppo che per il momento cerca di essere assistito da una decina di volontari di associazioni e parrocchia vicina, ha cercato di interloquire con il suo mediatore culturale anche un funzionario della questura.

“Cerchiamo comunque di affiancarli in vario modo – dice Alberto Mallardo di Mediterranean Hope – anche se si rifiutano di mangiare e di farsi assistere a livello sanitario. Anche noi abbiamo cercato di spiegare loro che non possono allontanarsi senza una prima identificazione che permetterebbe loro di essere accolti in prima accoglienza. Da una settimana dormono in strada, avvertiamo tutta la loro stanchezza ma sembrano risoluti e consapevoli di volere continuare la protesta in maniera pacifica e rispettosa degli abitanti di Lampedusa. Gli abbiamo portato da bere rispettando la loro scelta che speriamo non si ripercuota sulle loro condizioni precarie anche di salute. Cercheremo di monitorare la situazione, aiutandoli nella maniera in cui si faranno aiutare”. (set)

 

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news