4 giugno 2016 ore: 10:31
Immigrazione

Lampedusa, l'"Amorino" di Caravaggio per il museo di chi migra

Dal Bardo di Tunisi al Mucem di Marsiglia: inaugurato il Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo. Mattarella: Lampedusa è il volto migliore dell'Europa. Il ministro Franceschini: una visita emozionante

Roma - L' "Amorino dormiente" di Caravaggio, esposto nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti, a Firenze, vola a Lampedusa per l'inaugurazione del Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo, che si è svolta ieri. Alle Gallerie degli Uffizi, infatti,  e' stato chiesto di essere l'istituzione capofila di questo primo museo italiano dedicato a chi migra da una sponda all'altra, non importa quale sia la partenza o dove sia l'arrivo. L'"Amorino" fu dipinto nel 1608 a Malta, dove Caravaggio aveva chiesto asilo.

-Il primo corpus comprende opere dal Museo del Bardo di Tunisi, dal Mucem di Marsiglia, dal Museo Storico Navale della Marina Militare e dal Museo Correr di Venezia, dal Museo Pelagalli "Mille voci mille suoni" (Bologna), dalla Biblioteca Panizzi (Reggio Emilia), dal Museo delle Trame Mediterranee di Gibellina (TP), dal MUDIA di Agrigento, dai musei Abatellis e Salinas, e dalla Fondazione Sicilia - Villa Zito (Palermo). In mostra anche una speciale sezione "della memoria" con reperti originali del naufragio sull'Isola dei Conigli al largo di Lampedusa del 3 ottobre 2013 in cui morirono 368 persone - poi ripreso da Gianfranco Rosi in "Fuocoammare", Rai Trade - tra i quali i disegni di un ragazzino, Adal, che narrano le torture del sanguinario regime eritreo contro chi fugge dai campi e viene ripreso; alcuni disegni di una piccola bimba siriana; un frammento bellico della Seconda Guerra Mondiale. Il museo sara' aperto dal 3 giugno al 3 ottobre. 

"Una visita emozionante. In primo luogo l'accoglienza calorosa al Presidente Mattarella della straordinaria gente di Lampedusa, da cui tutti i popoli europei dovrebbero imparare in materia di civilta' e ospitalita'. Poi l'inaugurazione del Museo. Infine la visita ai migranti del centro di prima accoglienza", ha commentao il  ministro dei beni e delle attivita' culturali e del turismo, Dario Franceschini. Presente all'inaugurazione anche presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha citato "il senso di umanita', il livello di civlta'". Lampedusa e’ straordinariamente ammirevole. - ha detto - L’Italia e l’Europa le sono debitori di riconoscenza per le vite salvate, per l’accoglienza, per la prima assistenza, per l’ospitalita’. E’ il volto migliore dell’Europa“

Il Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo nasce da un progetto di First Social Life con il Comune di Lampedusa e Linosa e il Comitato 3 ottobre, a cura di Giacinto Palladino e Alessandro de Lisi con Valerio Cataldi realizzato in collaborazione con il Mibact, la Regione Siciliana, la Soprintendenza di Agrigento, il Ministero della Cultura della Tunisia, l'Istituto Nazionale del Patrimonioi della Tunisia e con l'Istituto Italiano di Cultura di Tunisi. Primo social partner e' la Fondazione Falcone, il museo e' nato solo grazie al sostegno di privati: Coop Alleanza 3.0, Cariparma/Credit Agricole, Open Group, Seacoop, Consorzio L'Arcolaio, Camelot, Societa' Dolce, Cooperativa Sociale Cadiai, Bassmart del Gruppo Bassilichi.

Partner sono anche la Rai con l'Usigrai, il sindacato dei giornalisti italiani, che ha aderito al museo e al progetto complessivo, cosi' come l'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, Radio Citta' del Capo/Radio Popolare Network. Tutto il progetto e' reso possibile grazie all'importante sostegno del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri e dell'Aeronautica Militare, con il Comando Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale dei Carabinieri. (DIRE/RS)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news