5 giugno 2014 ore: 14:38
Economia

Lavoro minorile, ricerca di Save the children: presentazione il 12 giugno

In occasione della Giornata Mondiale contro il Lavoro minorile, giovedi' 12 giugno 2014 p.v. dalle ore 10 presso la Sala Livatino del ministero della Giustizia (Via Arenula 70, primo piano) a Roma, si terra' una conferenza stampa di presentaz...
Fabio Cuttica/Contrasto Lavoro minorile

Roma - In occasione della Giornata Mondiale contro il Lavoro minorile, giovedi' 12 giugno 2014 p.v. dalle ore 10 presso la Sala Livatino del ministero della Giustizia (Via Arenula 70, primo piano) a Roma, si terra' una conferenza stampa di presentazione dei dati preliminari della nuova indagine di Save the Children sul lavoro precoce e il rischio di devianza minorile. L'iniziativa e' in collaborazione con il ministero della Giustizia-Dipartimento per la Giustizia Minorile. Alla conferenza partecipera' Andrea Orlando, ministro della Giustizia.

Interverranno anche: Valerio Neri, direttore Generale Save the Children Italia, Raffaela Milano, direttore Programmi Italia Europa Save the Children Italia, Katia Scannavini e Francesca Arancio Esperte, ricercatrici Save the Children Italia, Furio Rosati dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), un rappresentante del Dipartimento per la Giustizia Minorile.

Save the Children opera da anni in Italia e nel mondo per garantire a bambini e adolescenti opportunita' di crescita e sviluppo e prevenire il rischio di sfruttamento e violenza. In questo contesto si colloca la prima indagine nazionale sul lavoro minorile, realizzata nel 2013 da Save the Children e l'associazione Bruno Trentin allo scopo di iniziare a colmare un annoso vuoto di dati ed evidenze in materia. L'indagine 2014 sul lavoro minorile - che sara' presentata giovedi' 12 giugno - ha inteso in particolare approfondire il rapporto tra il lavoro precoce e il coinvolgimento dei minori in circuiti illegali e anche la percezione che del lavoro hanno i ragazzi e le ragazze all'interno del circuito penale: se sia considerato uno strumento positivo, in un'ottica "rieducativa" e di emancipazione da comportamenti illegali e devianti.

La ricerca si basa su questionari somministrati a 900 minori nel circuito penale, focus group con operatori, una ricerca partecipata e interviste approfondite di alcuni ragazzi con esperienze di lavoro minorile e attualmente nel circuito della giustizia minorile. Durante la conferenza stampa saranno riportate alcune testimonianze di minori che hanno lavorato in eta' precoce. (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news