12 ottobre 2016 ore: 11:59
Economia

Lavoro, Poletti: il welfare deve interpretare le nuove realtà

"Il sistema di welfare italiano e' costruito su una figura di lavoratore dell'industria a tempo pieno, che resta a lungo nello stesso posto. Ma la prospettiva non e' questa". Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intervenendo ad un...
Giuliano Poletti 2

"Il sistema di welfare italiano e' costruito su una figura di lavoratore dell'industria a tempo pieno, che resta a lungo nello stesso posto. Ma la prospettiva non e' questa". Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intervenendo ad un convegno alla Camera su 'Il futuro del lavoro'. "Dobbiamo interrogarci- continua- se i contratti, le leggi, gli strumenti di welfare sono in grado di garantire equilibrio e una tenuta". Poletti osserva che "i cambiamenti anche tecnologici tendono a segmentare il lavoro" creando "carriere discontinue" e questo comporta il rischio che "le risposte mutualistiche fatichino a interpretare la realta'". Di fronte al cambiamento Poletti evita di ascriversi agli "entusiasti" ma neanche agli "impauriti. Dobbiamo affrontare razionalmente il tema dell'innovazione, del cambiamento, dobbiamo governare i processi e gestite i cambiamenti". Infine il ministro condivide l'impostazione del rapporto dell'Oil: "Lavoro e giustizia sociale sono strettamente correlati. Se non saremo in grado di pensare ad un buon futuro per il lavoro sara' difficile pensare a un futuro di giustizia sociale". (DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news