16 maggio 2013 ore: 17:53
Salute

Legge contro il gioco d'azzardo entro tre mesi in Lombardia

Lo annuncia il presidente della Commissione attività produttive e occupazione Angelo Ciocca: "Porteremo in Aula un provvedimento importante". La Lombardia è la prima regione d’Italia per presenza di slot, con un quinto di tutte le apparecchiature
MILANO – Entro tre mesi la Regione Lombardia avrà una legge contro il gioco d'azzardo. Così annuncia Angelo Ciocca, consigliere regionale leghista presidente della Commissione attività produttive e occupazione: "Dobbiamo prevenire il fenomeno, lavorando a stretto contatto con la Commissione Sanità e quella Territorio. Entro tre mesi, ma possibilmente anche prima, porteremo in Aula un provvedimento importante", dichiara. Nell'impegno "No slot", accanto alla Regione ci sarà anche l'Anci, come ha detto il referente lombardo Attilio Fontana.
La decisione arriva dopo un incontro che si è tenuto al Pirellone, a cui hanno partecipato anche il presidente regionale di Legautonomie, Eugenio Comincini, il direttore del magazine Vita, Riccardo Bonacina, lo psicologo Simone Feder, Francesco De Donato, direttore dell'ufficio regionale dell'Agenzia delle doganee dei Monopoli, Massimo Bongiovanni per le associazioni di consumatori. Dai numeri in possesso della Regione, emerge che Pavia e Como sono le prime due province italiane per spesa pro-capite alle slot machine. La prima detiene anche il non invidiabile record nazionale con una media di tremila euro spesi ogni anno per ogni abitante (8,2 euro al giorno), neonati compresi. A giocare si comincia sempre più giovani:  il 15 per cento degli undicenni lombardi, così afferma uno studio pubblicato da Regione Lombardia nel dicembre 2012, ha provato almeno una volta. La Lombardia è la prima regione d’Italia per presenza di slot, con 1/5 di tutte le apparecchiature del territorio nazionale. (lb)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news