9 luglio 2024 ore: 10:57
Giustizia

Lutto a Kiev e accuse russe nel giorno del vertice Nato

Una serie di bombardamenti hanno provocato in più città e zone del Paese, stando a bilanci almeno 41 morti e 166 feriti. A essere colpito anche l'ospedale pediatrico Ohmatdyt, la principale struttura del genere a livello nazionale
@Unicef Ucraina, i primi aiuti per l’ospedale pediatrico di Okhmatdyt a Kiev – foto Unicef

ROMA- Giornata di lutto in Ucraina all'indomani di una serie di bombardamenti che hanno provocato in più città e zone del Paese, stando a bilanci diffusi oggi, almeno 41 morti e 166 feriti.

A essere colpito anche l'ospedale pediatrico Ohmatdyt, la principale struttura del genere a livello nazionale, situata nella capitale Kiev. Nel raid sono rimaste uccise almeno due persone, entrambe adulte. Ricerche di sopravvissuti intrappolati tra le macerie di un'area dell'ospedale sono però tuttora in corso.

Bombardamenti hanno preso di mira ieri anche alcune zone della Russia. Secondo Vyacheslav Gladkov, governatore della regione meridionale di Belgorod, al confine con l'Ucraina, nelle ultime 24 ore più raid hanno provocato almeno quattro vittime.

Il ministero della Difesa della Russia ha del resto negato di aver preso di mira l'ospedale pediatrico di Kiev, sostenendo che la struttura è stata colpita da "frammenti" di missili della contraerea locale. Secondo i Servizi di sicurezza dello Stato (Sbu) dell'Ucraina, presso l'Ohmatdyt sono state trovate parti di un missile da crociera russo, modello Kh-101.

Il conflitto in Ucraina sarà oggi a Washington uno dei temi all'esame dei capi di Stato e di governo che parteciperanno a un vertice dell'Alleanza atlantica. In agenda le prossime scelte rispetto al supporto militare della Nato a Kiev.

(DIRE)
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news