26 gennaio 2010 ore: 14:37
Economia

Maroni: “Un Cie in ogni regione”

Il ministro dell’interno ha annunciato l’intento del Governo di realizzare un centro di identificazione ed espulsione in ogni regione italiana. “Siamo nella fase di valutazione dei siti”
PRATO – Realizzare un centro di identificazione ed espulsione in ogni regione italiana. E’ l’intento del Governo, annunciato questa mattina dal ministro dell’interno Roberto Maroni, a Prato per lanciare il Patto per la sicurezza in città. “Siamo nella fase della valutazione dei siti per la realizzazione dei Cie – ha detto Maroni - Stiamo sentendo le autorità locali, le regioni e le province. La scelta ancora non è stata fatta per la Toscana, così come per le altre regioni”
 
Maroni ha anche spiegato come, in seguito agli accordi presi dal governo italiano con la Libia, gli sbarchi in Italia siano drasticamente diminuiti. “Gli sbarchi clandestini in Italia nel 2009 – ha detto il ministro dell’interno - sono stati 9.573 contro i 36.951 del 2008, con una riduzione del 74% annuo”. Maroni ha spiegato che “la riduzione è del 90% se consideriamo il periodo di entrata in vigore dell'accordo con la Libia”.
“Negli ultimi due anni – ha aggiunto Maroni - i rimpatri effettivamente realizzati sono stati 42.595. Ci sono tante difficoltà in queste operazioni, abbiamo chiesto all'Europa un contributo maggiore perchè non si può lasciare il peso sulle spalle dei singoli Stati di primo arrivo. In Italia abbiamo realizzato l'azione più efficace di contrasto all'immigrazione clandestina fra quelle mai fatte dai governi europei negli ultimi anni”.
© Copyright Redattore Sociale