3 febbraio 2015 ore: 15:49
Non profit

Mattarella, HappyAeging: "Gli anziani italiani si riconoscono nelle sue parole"

Le due associazioni mostrano apprezzamento per le parole del Capo dello Stato, che ha ricordato il volto degli anziani soli e di chi è in difficoltà. Barbieri (Forum): “Un discorso ricco di sensibilità sociale e di forti richiami alla Costituzione"
Mattarella. Il giorno del giuramento 3 Febbraio 2015 (5)

Sergio Mattarella

ROMA - Pioggia di commenti a poche ore dal discorso di insediamento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciato questa mattina davanti al Parlamento riunito in seduta comune. Anche HappyAgeing, l'Alleanza italiana per l'invecchiamento attivo, e il Forum Nazionale del Terzo Settore hanno apprezzato le parole del neo Capo dello Stato. “Grazie presidente Mattarella per aver ricordato che il volto della nostra Repubblica è anche quello preoccupato degli anziani soli e in difficoltà il volto di chi soffre, dei malati, e delle loro famiglie, che portano sulle spalle carichi pesanti - ha affermato Michele Conversano, presidente di HappyAeging" .

L'esigenza di tutelare una delle fasce più deboli della popolazione è al centro dell'azione di HappyAeging, la quale si augura che le parole di Mattarella rappresentino ora una scossa per le istituzioni: "Gli anziani italiani si riconoscono nelle sue parole e nella visione della Repubblica che insieme vogliamo consegnare alle future generazioni. Ci auguriamo che le sue parole siano capaci di scuotere delle istituzioni sempre più lontane dalle esigenze dei cittadini più deboli - conclude Conversano -"

Per il Forum Nazionale del Terzo Settore quello del neo Capo dello Stato è  “un discorso ricco di sensibilità sociale e di forti richiami alla Costituzione". Il tema del lavoro, soprattutto quello giovanile, e il richiamo all'unità nazionale rappresentano per il Forum "temi prioritari per il Paese" sui quali occorre "intervenire per uscire da una crisi che sta indebolendo l’Italia, intaccandone la tenuta sociale.”

 “Il Presedente - afferma il portavoce del Forum Pietro Barbieri - ha toccato temi prioritari per il Paese, dal richiamo all’unità nazionale, al tema del lavoro, soprattutto per i giovani e specialmente nel Mezzogiorno, alla necessità di invertire il ciclo economico per uscire da una crisi che sta indebolendo l’Italia, intaccandone la tenuta sociale.”

Sono tante le questioni affrontate: dalla lotta alle mafie, alla necessità del rispetto dei diritti fondamentali e della rimozione degli ostacoli per garantire dignità ad ogni cittadino. “Abbiamo apprezzato molto - prosegue Barbieri - il richiamo alla ‘speranza’ che, in particolare in questo lungo periodo di crisi, non deve rimanere un concetto astratto, ma deve essere restituita al nostro Paese e il riferimento ai volontari e all'Italia solidale, ‘volto della Repubblica’. Lodevole l’aver citato esplicitamente donne, giovani, persone con disabilità, Europa, democrazia, libertà, legalità e giustizia, corpi sociali e cooperazione internazionale, ricordando i nostri tre concittadini rapiti e di cui ancora non abbiamo notizie - padre Paolo Dall'Oglio, Giovanni Lo Porto e Ignazio Scaravilli.”

“Il discorso del Capo dello Stato ha rivelato una grande consapevolezza per le reali problematiche del Paese, verso le quali ha richiamato, prima di tutto, le Istituzioni, italiane ma anche europee, al senso di responsabilità. Noi continueremo a fare la nostra parte - conclude il Portavoce -, offrendo al Presidente della Repubblica tutto l’impegno necessario".

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news