26 gennaio 2015 ore: 13:22
Economia

Microcredito, in Italia creati oltre 20 mila posti di lavoro

È quanto ha affermato Mario Baccini, presidente dell'Ente nazionale per il microcredito alla presentazione dei dati del rapporto sviluppato per il ministero del Lavoro. “Sostenuta l'occupazione, ma l’offerta per il microcredito d'impresa è carente”
Microcredito. Braccia che si incrociano

ROMA – Il microcredito in Italia sostiene l’occupazione: dal 2011 al 2013 ha creato oltre 20 mila posti di lavoro. A sostenerlo è Mario Baccini, presidente dell'Ente nazionale per il microcredito alla presentazione dei dati del rapporto sviluppato per il ministero del Lavoro. “Il Quinto rapporto sulle azioni di sistema per il monitoraggio e le valutazioni del microcredito in Italia ha evidenziato che nel corso degli ultimi tre anni le politiche di microcredito hanno sostenuto l'occupazione svolgendo un effetto leva che per ogni beneficiario ha amplificato di 2.43 volte la capacità di impiego – ha affermato Baccini -. Secondo il rapporto nel triennio 2011-2013, considerando i dati, sono stati creati dal microcredito produttivo oltre 20 mila posti di lavoro”.

Secondo il rapporto, già anticipato da Redattore sociale, i microcrediti produttivi “soddisfano solo il 30 per cento della domanda reale – ha spiegato Baccini -. La domanda di microcredito sociale viene soddisfatta, invece, al 60 per cento. Dall'analisi risulta una carenza di offerta per il microcredito d'impresa. L'Ente nazionale per il microcredito sta lavorando per colmare quell'ultimo miglio che attraverso le politiche sociali e dei servizi possano azzerare la distanza tra il bisogno e la sua soddisfazione". 

© Copyright Redattore Sociale