7 novembre 2022 ore: 13:06
Immigrazione

Migranti, Auser: “il rispetto dei diritti delle persone non può essere mai messo in discussione”

Domenico Pantaleo, presidente nazionale Auser: “Le immagini e le notizie che arrivano dal Porto di Catania, dove si selezionano arbitrariamente i migranti, soccorsi e salvati dalle navi delle Ong, sono drammatiche e non degne di un Paese civile e democratico”
Migranti, sbarchi: piccola imbarcazione in mezzo al mare

ROMA – “Le immagini e le notizie che arrivano dal Porto di Catania, dove si selezionano arbitrariamente i migranti, soccorsi e salvati dalle navi delle Ong, sono drammatiche e non degne di un Paese civile e democratico”. E’ quanto afferma il presidente nazionale di Auser, Domenico Pantaleo, in merito a quanto sta avvenendo in Sicilia con i migranti ancora a bordo della nave Geo Barents. 

“In quel porto si consuma la fine dell’umanità in aperta violazione del diritto internazionale – continua Pantaleo -. Quelle persone fuggono da guerre, carestie e povertà la cui responsabilità è anche nostra. La necessaria revisione del trattato di Dublino deve vedere impegnate in uno sforzo di solidarietà tutta l’Europa, ma il rispetto dei diritti delle persone non può essere mai messo in discussione”.

E conclude: “Bisogna far scendere dalle navi tutti i migranti e non solo quelli che versano in precarie condizioni perché i respingimenti in mare e i porti chiusi violano la Convenzione Europea dei diritti dell’uomo. L’Auser, con il grande cuore dei suoi volontari, sarà sempre a disposizione per garantire ad ogni essere umano la dignità e la solidarietà perché senza di esse non c’è civiltà”.
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news