16 gennaio 2018 ore: 20:09
Immigrazione

Migranti, il cardinale Betori: "Se governati sono un fattore trainante"

L'arcivescovo di Firenze ha parlato di migranti come fattore "per la crescita culturale, sociale ed economica". E poi: "La costruzione della nuova città può partire dalle periferie"
Profughi, immigrati seduti, migranti

- FIRENZE – “Le migrazioni non devono essere viste come emergenza contingente, ma se correttamente governate diventano fattore trainante per la crescita culturale, sociale ed economica”. Lo ha detto il Cardinal Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nel corso di un convegno per presentare il libro di don Giovanni Momigli dal titolo ‘La città plurale’. Poi ha aggiunto: “La costruzione della nuova città può partire dalle periferie” e rivolgendosi al sindaco di Firenze Dario Nardella: “A voi sindaci vi dico: bisogna frequentare le periferie umane, sociali ed esistenziali”.

Proprio Nardella ha detto: “Viviamo un tempo in cui la paura è dominante nella narrazione della politica, la recente frase sulla razza bianca ci fa riflettere su come la politica sia incapace di indicare una strada e insegue i sentimenti più fragili, e questo lo fa nella speranza consenso, ma col rischio di raccogliere soltanto apatia e disperazione”.

© Copyright Redattore Sociale