9 marzo 2021 ore: 13:14
Immigrazione

Migranti in Bosnia, 40mila euro da Fondazione Il Cuore si scioglie

I fondi serviranno per sostenere i volontari e permettere l'acquisto di beni di prima necessità per i profughi. Nel dettaglio sono stati individuati tre campi nei quali operare
Caritas Italiana campo di Lipa - Bosnia
FIRENZE – La Fondazione Il Cuore si scioglie di Unicoop Firenze donerà 40.000 euro per sostenere i volontari e permettere l'acquisto di beni di prima necessità per i profughi di Bihac, in Bosnia, fra cui molte famiglie con bambini piccoli. Nel dettaglio sono stati individuati tre campi nei quali operare, localizzati nell’area di Bihać. Si tratta dei TRC (Temporary Reception Center) Sedra e Borići, campi per famiglie, minori non accompagnati e soggetti vulnerabili, e il campo di emergenza di Lipa, per uomini soli.

Gli interventi previsti sono differenziati a seconda delle zone. Nel campo di Borići si prevede: apertura di un orto comunitario dove poter coltivare verdure ed erbe aromatiche insieme alla popolazione migrante; laboratori creativi, artistici e musicali in particolare rivolti ai minori non accompagnati con la partecipazione di giovani del posto. Nel campo di Sedra, dove IPSIA sta già operando nello spazio del Social Cafè, si propone di continuare con le attività già intraprese, come distribuzione giornaliera di bevande calde, laboratori, attività ricreative e di socializzazione, corsi di lingua, oltre alla costruzione di un angolo giochi con scivoli, altalene e giochi vari per gli ospiti più piccoli.

Nel campo di Lipa, infine, la Fondazione Il Cuore si scioglie finanzierà interventi di tipo assistenziale-emergenziale ma anche psico sociale, come assistenza alimentare, assistenza igienica, acquisto e distribuzione di tute e guardaroba vario, animazione, attività sportive e outdoor. Le attività infatti verranno portate avanti con due partner locali: IPSIA, che si occupa del coordinamento generale del progetto, della formazione agli operatori e ai volontari, oltre che delle relazioni con le istituzioni locali coinvolte, e Croce rossa di Bihac, che fornirà il supporto logistico del progetto e formazione degli operatori. Il contributo della Fondazione Il Cuore si scioglie è sostenuto anche dalla Regione Toscana, da Caritas, da Arci Toscana ed Acli Toscana e verrà presentato nel corso di un evento web che vedrà la partecipazione di Claudio Vanni, consigliere Fondazione Il Cuore si Scioglie, Pietro Bartolo, europarlamentare e Silvia Maraone, volontaria di Ipsia in collegamento da Bihac, on line domani alle 18.30 sulla pagina FB di Informatore https://www.facebook.com/informatorecoopfi/ E’ possibile donare a questa causa. Queste le modalità: bonifico su CC BANCARIO Iban IT 21 Y 01030 02800 000007168447. CC POSTALE N° 6124972 indicando come causale “rotta balcanica".
© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news