6 aprile 2016 ore: 16:56
Immigrazione

Migranti, Manzione: “Aumentano gli arrivi, allargheremo il sistema Sprar”

Oltre 19 mila sbarcati nei primi tre mesi dell'anno. Il sottosegretario spiega che il ministero non ha intenzione di cercare nuovi posti per centri prefettizi. Mentre verrà prorogato l'ultimo bando Sprar scaduto a febbraio. “Sindaco di Riace esempio da seguire”
Migranti. Barcone in mare pieno di persone

ROMA – Nonostante il numero degli arrivi via mare in Italia abbia superato quota 19 mila nei primi tre mesi dell’anno, il ministero non sta pensando a un piano straordinario per l’accoglienza. Ma verrà comunque prorogato l’ultimo bando Sprar, scaduto il 14 febbraio scorso, per cui i Comuni avevano messo a disposizione solo la metà dei posti. A sottolinearlo è il sottosegretario agli Interni Domenico Manzione, a margine della presentazione oggi a Roma della relazione 2015 sulle persone scomparse.

“Per il momento non pensiamo a nuovi posti prefettizi – spiega – perché per l’andamento dei flussi bisogna aspettare, anche lo scorso anno nei primi tre mesi abbiamo rilevato un aumento poi c’è stato un picco, e il 2015 si è chiuso con circa 153 mila arrivi. Oggi siamo a oltre 19 mila, mentre lo scorso anno in questi stessi mesi gli sbarchi sono stati 12 mila. Bisogna aspettare, tutto dipenderà dalla situazione internazionale, penso alla Libia ma anche alle conseguenze dell’accordo Ue-Turchia. A oggi si può dire che c’è stato un significativo aumento, ma non ne trarrei una conclusione per la fine dell’anno”.

Manzione spiega che nonostante non verrà attivato un piano straordinario per i migranti, il ministero sta cercando di fare accordi con gli enti locali per allargare il sistema Sprar. Per questo l’ultimo bando da 10mila posti disponibili ( per cui i comuni ne avevano messi a disposizione 5000) sarà prorogato. “Stiamo cercando di fluidificare il sistema – spiega - i centri prefettizi devono essere l’ultima chance, mentre vogliamo ragionare con Anci perché siano di più gli enti locali che accolgono: ad oggi solo 500 comuni su 8000 hanno aderito al sistema Sprar”. In questo senso secondo Manzione quello del sindaco di Riace, è “un esempio da seguire”. (ec)

© Copyright Redattore Sociale