18 marzo 2016 ore: 14:14
Immigrazione

Migranti, Orlando: prelievo delle impronte avvenga nel rispetto dei diritti dell'uomo

Roma - Sulla questione della obbligatorieta' delle impronte digitali per l'identificazione dei migranti in Europa "dobbiamo semplicemente dire che noi chiediamo collaborazione a chi chiede lo status di rifugiato, e' il presupposto fondamentale per l...

Roma - Sulla questione della obbligatorieta' delle impronte digitali per l'identificazione dei migranti in Europa "dobbiamo semplicemente dire che noi chiediamo collaborazione a chi chiede lo status di rifugiato, e' il presupposto fondamentale per la sua identificazione. Naturalmente, questo deve avvenire sotto il controllo della giurisdizione, con l'autorizzazione, cosi' come prevede la nostra Costituzione, di un autorita' giudiziaria". Lo dice il ministro dell Giustizia, Andrea Orlando a margine di un Convegno in Senato sulla cooperazione giudiziaria internazionale.

"Questa limitazione della liberta'- sottolinea il guardasigilli- e' in funzione di un riconoscimento di diritti di uno status che il nostro Paese riconosce, secondo le Convezioni internazionali, quando ricorrono i presupposti. Questo si deve realizzare nel rispetto dei diritti dell'uomo. La presenza dell'autorita' giudiziaria serve perche' siano rispettate tutte le garanzie previste dalla nostra Costituzione e dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo".

(DIRE)

© Riproduzione riservata Ricevi la Newsletter gratuita Home Page Scegli il tuo abbonamento Leggi le ultime news